Home Eventi EFA 2019: “La paranza dei bambini” candidato all’European University Film Award

EFA 2019: “La paranza dei bambini” candidato all’European University Film Award

416
0
CONDIVIDI
Un riconoscimento assegnato da una giuria composta da studenti universitari di tutta Europa

European Film Academy e Filmfest Hamburg hanno annunciato i cinque film nominati per l’European University Film Award (EUFA), il riconoscimento introdotto per la prima volta nel 2016 assegnato da una giuria composta da studenti universitari di tutta Europa.

Sulla base delle liste di selezione Lungometraggi e Documentari EFA 2019, un comitato composto dal produttore Carlo Cresta-Dina (Italia), dal membro del Board EFA Joanna Szymańska (produttrice/Polonia) e, in rappresentanza dell’Università, da Dagmar Brunow (Linnaeus University, Svezia) ha deciso le seguenti nomination: “La paranza dei bambini” di Claudio Giovannesi, “And Then We Danced” di Levan Akin“God Exists, Her Name Is Petrunija” di Teona Strugar Mitevska“Portrait Of A Lady On Fire” di Céline Sciamma“System Crasher” di Nora Fingscheidt.

I film nominati saranno visti e discussi in 25 università di 25 paesi e ciascuna selezionerà il film preferito. A inizio dicembre uno studente in rappresentanza di ogni università parteciperà ad un incontro di tre giorni nel corso del quale verrà deciso il vincitore assoluto. Il film vincitore sarà annunciato il 5 dicembre e la premiazione avverrà il 6 dicembre, alla vigilia della 32esima edizione degli European Film Awards il 7 dicembre a Berlino.

Lo scopo di questa iniziativa di European Film Academy (EFA) e Filmfest Hamburg è quello di coinvolgere un pubblico più giovane, di diffondere “l’ideale europeo” e di trasmettere lo spirito del cinema europeo a una platea di giovani studenti universitari. Vuole inoltre favorire la diffusione del cinema, l’educazione all’immagine e la cultura del dibattito.

L’European University Film Award 2019 è reso possibile grazie al sostegno di Joachim Herz Stiftung, del Ministero della Scienza, della Ricerca e delle Pari Opportunità di Amburgo e alla stretta collaborazione con NECS – European Network for Cinema and Media Studies.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here