Home Eventi Dal 21 luglio a Terrasini e Cefalù la prima edizione del Sicilia Film Fest

Dal 21 luglio a Terrasini e Cefalù la prima edizione del Sicilia Film Fest

CONDIVIDI
In concorso “Aspromonte”, “La Bella Epoque”, “Picciridda” e “A Tor Bella Monaca non piove mai”. Fuori concorso Muscato e Marra.

ph: Aspromonte

Dopo il successo dell’edizione zero dello scorso anno, martedì 21 luglio parte la prima edizione del Sicilia Film Fest, organizzata dalla società cinematografica Altre Storie, in collaborazione con la Regione Sicilia, il Comune di Terrasini e di Cefalù.

Sei appuntamenti, ogni martedì sera, fino alla serata conclusiva del 25 agosto, per raccontare, attraverso il cinema, la multiculturalità, la difficoltà di chi è ai margini ma non si arrende, in un luogo come la Sicilia, e per estensione il Bacino del Mediterraneo, da sempre punto di incontro tra “mondi” diversi e per questo capace di comprendere, accogliere e contaminarsi.

Il Sicilia Film Fest vuole partire dalla Sicilia per una crociera cinematografica nel Mare Nostrum, aggiungendo ad ogni edizione una nuova tappa tra le città del Mar Mediterraneo. Si accende quindi ogni anno un nuovo “faro di cinema”, simbolo del festival, per illuminare sul grande schermo i film selezionati che il pubblico potrà vedere in contemporanea nelle diverse città, i “porti di cinema”, interessati dalla manifestazione.

Si parte martedì 21 luglio nella cornice del Palazzo d’Aumale di Terrasini con “La Rivincita” di Leo Muscato (film fuori concorso che inaugura il festival). Si prosegue il 28 luglio con il primo film in concorso “Aspromonte” del regista Mimmo Calopresti, che sarà presente insieme ad uno degli interpreti, Marcello Fonte, per salutare il pubblico. Il 4 agosto il concorso prosegue con il film “La Bella Epoque” di Nicolas Bedos, l’11 agosto con “Picciridda” di Paolo Licata, mentre il 18 agosto con “A Tor Bella Monaca non piove mai” di Marco Bocci che sarà presente per introdurre il film al pubblico. Il 25 agosto, a chiudere il festival insieme alla cerimonia di premiazione, ci sarà “La Volta Buona” di Vincenzo Marra (fuori concorso).

Durante la cerimonia di chiusura verranno assegnati due premi, il Faro d’Oro che sarà assegnato al film vincitore e il Faro d’Oro alla Carriera per la personalità o l’istituzione che più si è distinta in ambito sociale. Come in ogni festival non poteva mancare una madrina d’eccezione, Giulia Arena, Miss Italia 2013, attrice e conduttrice televisiva.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here