Home Eventi Bari Bif&st 2020: ecco i vincitori di Panorama Internazionale

Bif&st 2020: ecco i vincitori di Panorama Internazionale

CONDIVIDI
Doppio riconoscimento al film israeliano “Golden Voices” (Miglior Regia a Evgeny Ruman e Menzione Speciale all’attrice Maria Belkin)

ph: Maria Belkin in “Golden Voices” (Kolot Reka)

La Giuria del Concorso Panorama Internazionale dell’11esima edizione del Bif&st – Bari International Film Festival, presieduta da Alessandro Laterza e composta da Mariangela BarbanenteOscar Iarussi, Silvia Napolitano, Alessandro Piva, ha attribuito i seguenti riconoscimenti:

Il Premio Bif&st International per la Miglior Regia a Evgeny Ruman per il film israeliano “Golden Voices” (Kolot Reka). “Per aver saputo coniugare leggerezza e profondità in un film che affronta temi universali, come lo spaesamento dell’immigrazione, attraverso un soggetto originale sviluppato con grande capacità drammaturgica e un sapiente equilibrio tra commedia, melò e dramma sentimentale con un dichiarato omaggio all’opera di Federico Fellini”.

Il Premio Bif&st International per la Migliore Attrice Protagonista a Lauren Coe per il film inglese “Nocturnal” di Nathalie Biancheri. “A Lauren Coe, giovane attrice irlandese coprotagonista di ‘Nocturnal’, esordio dell’inglese Nathalie Biancheri, per il suo talento nel raccontare le mille sfaccettature di un’adolescente alle prese con un difficile momento di crescita e consapevolezza sempre sul filo della tensione emotiva”.

Il Premio Bif&st International per il Miglior Attore Protagonista a Niels Schneider per il film franco-canadese-belga “Sympathy for the Devil” (Sympathie pour le diable) di Guillaume de Fontenay. “Per aver restituito a Paul Marchand, giornalista di guerra, tutta la sua adrenalina, la sua dolcezza, le sue scelte etiche, in un film che lascia senza fiato e trascina lo spettatore nelle strade brucianti della Sarajevo del ’92, all’inizio del lunghissimo e sanguinoso assedio.

Menzione Speciale all’attrice Maria Belkin per il film israeliano “Golden Voices” (Kolot Reka) di Evgeny Ruman. “Per averci fatto fare un viaggio straordinario nelle emozioni e nelle scoperte di una donna, dall’arrivo stupefatto nella sua nuova esistenza alla conquista ironica e tenera di un’altra se stessa, imprevedibile e piena di vita”.

Sito Ufficiale: www.bifest.it

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here