Home Eventi Maura Delpero vince il Women in Motion Young Talent Award di Cannes...

Maura Delpero vince il Women in Motion Young Talent Award di Cannes 2020

CONDIVIDI
Il prossimo progetto della regista italiana sarà un dramma al femminile prodotto dalla Cineteca di Bologna

Credit courtesy Kering / Maura Delpero

La regista italiana Maura Delpero è la vincitrice del Women in Motion Young Talent Award 2020, riconoscimento che dal 2015 il Gruppo Kering, in collaborazione con il Festival di Cannes, assegna ad una cineasta di talento.

Cineasta e docente nata a Bolzano, dopo gli studi in lettere a Bologna e Parigi, Maura Delpero si è formata in drammaturgia e sceneggiatura a Buenos Aires. Con i suoi documentari, presentati e premiati al Torino Film Festival, ha esplorato il limite tra finzione e non finzione, ottenendo numerosi riconoscimenti, tra cui la Menzione della Giuria del Premio Solinas e la nomina nella cinquina dei David di Donatello. La sceneggiatura del suo primo lungometraggio di finzione “Hogar” è stata una delle dieci selezionate per la Berlinale Script Station 2015. La stessa ha vinto l’ARTE International Prize e la Menzione della Giuria al 64. San Sebastián Film Festival. Il film è stato presentato con il titolo “Maternal” nella Competizione Internazionale del 72. Locarno Film Festival, dove ha vinto quattro premi. Da allora è stato selezionato in più di settanta festival internazionali come BFI London, Busan, Moscow, Chicago, Festa del Cinema di Roma, Guadalajara, Mar del Plata, El Cairo e AFI Los Angeles, ricevendo più di venti premi tra cui Miglior Film, Miglior Interpretazione, FIPRESCI e Premio del Pubblico. È stato acquistato da diversi paesi tra cui USA, Germania, Argentina e Francia dove, alla sua uscita, è stato nominato dalla stampa “Miglior film della settimana”. In Italia è distribuito da Lucky Red.

Il Women in Motion Young Talent Award consiste in un premio dal valore di 50.000 euro che aiuterà Maura Delpero a finanziare il suo prossimo progetto, un dramma al femminile ambientato in un villaggio di montagna italiano tra il 1944 e il 1945, prodotto dalla Cineteca di Bologna.

Dal 2015, sei registe hanno ricevuto questo prestigioso riconoscimento: Leyla Bouzid (Tunisia), Gaya Jiji (Siria), Ida Panahandeh (Iran), Maysaloun Hamoud (Palestina), Carla Simón (Spagna) e, nel 2019, Eva Trobisch (Germania). Maura Delpero (Italia) è la vincitrice del 2020.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here