Home Eventi Nove anteprime italiane al Bif&st 2021

Nove anteprime italiane al Bif&st 2021

CONDIVIDI
Bif&st – Bari International Film Festival

Nella sezione ItaliaFilmFest del Bif&st – Bari International Film Festival (25 settembre – 2 ottobre 2021) saranno presentati al Teatro Piccinni 7 film italiani in anteprima assoluta che verranno valutati da una giuria del pubblico presieduta dalla giornalista Antonella Matranga e composta da 24 spettatori che attribuiranno il Premio Ettore Scola al miglior regista, il Premio Mariangela Melato per il cinema alla miglior attrice protagonista e il Premio Gabriele Ferzetti al miglior attore protagonista.

Questi i 7 film che si aggiungeranno ad altre 2 anteprime mondiali fuori concorso che inaugureranno e chiuderanno il Bif&st al Teatro Petruzzelli (“Il materiale emotivo” di Sergio Castellitto il 25 settembre e “Marilyn ha gli occhi neri” di Simone Godano il 2 ottobre):

“Querido Fidel” di Viviana Calò, Italia 202, con Gianfelice Imparato, Alessandra Borgia e Marco Mario De Notaris.
Emidio, un socialista tanto appassionato da aver trasformato casa sua in una roccaforte del Socialismo Reale, scrive a Fidel Castro regolari rapporti sul suo esperimento e riceve sempre una puntuale risposta. In famiglia la moglie Elena e la nipotina Celia appoggiano con amore la sua battaglia. Ma il figlio Ernesto è la dolorosa spina nel fianco: è un devoto del sogno americano. Sono gli albori di una nuova era e mentre il mondo festeggia la fine della Guerra Fredda, nella famiglia Tagliavini imperversa la battaglia.

“Sulla giostra” di Giorgia Cecere, Italia 2021, con Claudia Gerini, Lucia Sardo, Alessio Vassallo, Paolo Sassanelli.
Due donne profondamente diverse, due generazioni a confronto che si ritrovano dopo anni in una vecchia ed elegante casa di campagna nel profondo Salento e che giorno dopo giorno, senza quasi rendersene conto, trasformano questo accidentale incontro nel punto di partenza per una nuova, inattesa vita. Una commedia al femminile, dai toni ironici e leggeri, sull’accettazione del proprio destino e di quella “giostra” chiamata vita.

“L’uomo dal fiore in bocca” di Gabriele Lavia, Italia 2021, con Gabriele Lavia e Michele Demaria.
La narrazione si svolge durante una notte piovosa d’estate. Nella sala d’aspetto di una stazione ferroviaria in Sicilia ci sono due persone. Uno è “l’uomo dal fiore in bocca”, che all’inizio vediamo fronteggiare e minacciare una misteriosa donna che lo aspetta fuori dalla stazione. L’altro è “il pacifico avventore”, che invece ha perso il treno per colpa dei pacchetti regalo che ha fatto alle donne della sua famiglia. È così che incontra l’uomo dal fiore in bocca, che arriva in suo soccorso e che subito instaura con lui un rapporto di grande fiducia e complicità. I due si raccontano la loro vita, ma mentre il pacifico avventore parla delle sue frustrazioni a casa, l’altro sembra voler indirizzare tutto verso un unico argomento: la morte.

“Tra le onde” di Marco Amenta, Italia 2021, con Vincenzo Amato e Sveva Alviti.
Salvo, 45 anni aspetto ruvido e vissuto, e Lea 30, di una bellezza abbagliante e malinconica, viaggiano in un camion frigorifero immersi in una natura pietrosa e oscura. Sospesi tra la nostalgia di una passato che li ha resi felici e un presente che oscilla tra rancore e voglia di amore viaggiano, senza sosta, in una notte che sembra non avere fine. Un road movie che ha i toni di una moderna favola nera.

“Bentornato, papà” di Domenico Fortunato, Italia 2021, con Domenico Fortunato, Donatella Finocchiaro, Dino Abbrescia, Giorgio Colangeli.
Siamo in una bella famiglia del sud, unita da un rapporto profondo, nonostante alcune incomprensioni: Franco, un padre che ha dedicato la vita ai suoi cari e al lavoro. Il figlio Andrea, studente universitario con le proprie ambizioni e inquietudini. La figlia Alessandra, dolce e sensibile con il sogno di diventare maestra d’asilo. La moglie Anna, apprensiva e amorevole. Il fratello maggiore, Silvano, a cui è molto legato. Un ictus colpisce Franco improvvisamente. Una tragica sorpresa che sconvolge la sua vita e quella dei suoi cari, ma che diventa per tutti un momento di crescita interiore.

“The Italian Banker” di Alessandro Rossetto, Italia 2021, con Fabio Sartor, Sandra Toffolatti, Diego Ribon, Mirko Artuso.
Nei saloni di una grande villa veneta, si sta svolgendo una festa esclusiva: uomini in giacca blu, signore in abito lungo. Molti di loro hanno perso milioni a causa del crollo della Banca Popolare del Nordest. Fra una coppa di champagne e un giro di ballo, le tensioni personali si intrecciano alla frustrazione collettiva. La violenza esplode in concomitanza con l’arrivo dell’ex direttore della banca, deciso a raccontare la sua verità sul crack. Ma con l’alba arriverà la buona notizia dell’esito felice dell’operazione su una bambina.

“La vera storia di Luisa Bonfanti” di Franco Angeli, Italia 2021, con Livia Bonifazi, Stefano Pesce, Barbara Mautino, Valerio Aprea.
La vita di Luisa Bonfanti, personaggio inventato ma assolutamente verosimile, così legato ai fatti della nostra storia da apparire reale, raccontata attraverso i filmati, gli articoli e i ricordi di quanti l’hanno conosciuta: Maselli, Scola… È la ricostruzione della sua ultima notte. La notte in cui l’attrice – nell’istante del suicidio – viene colta a guardarsi indietro, alla sua vita bruciata velocemente e ormai quasi interamente consumata: dall’infanzia, trascorsa nelle strade polverose nel Mandrione del dopoguerra fino a quella notte, passando attraverso gli anni della sua – ma anche della nostra – storia.

Il programma generale del Bif&st 2021 verrà presentato nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 11.30 del 13 settembre anche in streaming.

Sito Ufficiale: www.bifest.it

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here