Home Eventi Torna in Puglia il Sudestival, dal 27 gennaio al 17 marzo

Torna in Puglia il Sudestival, dal 27 gennaio al 17 marzo

CONDIVIDI
Sudestival

Dal 27 gennaio al 17 marzo 2023 torna il Sudestival, progetto dell’Associazione Culturale Sguardi, fondato e diretto da Michele Suma. Il festival, afferente all’Apulia Cinefestival Network e all’AFIC, viene realizzato nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola promosso da MiC e MIM, grazie anche al sostegno della Città di Monopoli, del Comune di Polignano a Mare, della Città di Fasano e col patrocinio della Città Metropolitana di Bari, del Comune di Bari, dell’Università degli Studi di Bari e del Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli.

Giunto alla sua 23esima edizione, il Sudestival è il primo e unico festival di cinema italiano in Puglia che si svolge in inverno, divenuto il punto di riferimento per le opere prime e seconde della produzione nazionale di qualità. Da sempre svoltosi a Monopoli, la nuova edizione allarga i suoi confini, allocando alcune delle sue sezioni anche a Fasano, Polignano a Mare e Bari, ospitando, per la prima volta, anteprime, proiezioni e ospiti provenienti da tutta Italia.

Dopo il successo della scorsa edizione, vissuta ancora con le difficoltà della pandemia, il Sudestival torna al suo pubblico nella sua versione del festival “lungo un inverno”, moltiplicando non solo i luoghi ma anche il programma: 35 giorni di festival, 60 proiezioni, 6 sezioni, 12 premi e oltre 40 ospiti sono alcuni dei numeri della nuova edizione.

Sei le sezioni in cui si articola la kermesse: la sezione principale del Concorso Lungometraggi; la sezione Concorso Doc, a cura di Maurizio Di Rienzo; Corta è la notte, a cura de La Rete dei festival Adriatici; la Retrospettiva “Gli Imprescindibili”, dedicata quest’anno a Mattia Torre, la prima in Italia a celebrare la filmografia del regista e dello sceneggiatore prematuramente scomparso.

Immancabile e molto attesa dagli studenti delle scuole del territorio – e non solo – la sezione delle Masterclass, a cui da sempre il Sudestival ha riservato una particolare attenzione. Un momento prezioso, di arricchimento e di confronto, che vedrà protagonisti nomi di fama internazionale interloquire con i giovani. Si parte con l’attore e regista Kim Rossi Stuart, per proseguire con il regista Claudio Cupellini, il direttore della fotografia Duccio Cimatti, la regista Margherita Ferri, lo sceneggiatore Salvatore De Mola, il montatore Marco Spoletini e il giornalista Mauro Gervasini. Alle Masterclass per gli studenti si aggiungono due incontri aperti al pubblico con il montatore Marco Spoletini e il regista Massimiliano Bruno.

La mission educativa del pubblico del domani si arricchisce grazie al progetto Sudestival School, vincitore del Bando Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola (MiC e MIM), che prevede la collaborazione tra Sudestival e nove Istituti di Istruzione Secondaria del Territorio (Polo Liceale “Galiei-Curie”, I.I.S.S. “Luigi Russo” di Monopoli, I.I.S.S. “Da Vinci”, I.I.S.S. “Salvemini” di Fasano, Liceo “San Benedetto” di Conversano, I.P.S.S.E.O.A. “Modugno” di Polignano a Mare, I.I.S.S. “Canudo-Marone” di Gioia del Colle, Liceo “Cartesio” di Triggiano, Liceo “Don Milani” di Acquaviva delle Fonti) e quattro Istituti Comprensivi (I.C. “Intini-Sofo”, I.C. “Modugno-Galilei”, I.C. “Bregante-Volta”, I.C. “Jones-Comes” di Monopoli).

Quest’anno con una giuria giovani, nata ventitré anni fa grazie all’impegno del Polo Liceale “Galilei-Curie” di Monopoli, conta oltre 1.000 studenti tra gli Istituti superiori coinvolti di Monopoli e Fasano. Un numero più che raddoppiato rispetto agli scorsi anni, a dimostrazione del radicamento sul territorio di un festival che si pone l’obiettivo di formare e di appassionare le nuove generazioni al cinema e alla fascinazione della sala. In questo quadro si colloca l’aggiornamento per i docenti, un unicum del genere, affidato alle lezioni di Valentina Domenici e Massimo Causo, con incontri dedicati all’approfondimento della settima arte anche per gli insegnanti.

Protagonisti del Sudestival sono i giovani, ma anche i giovanissimi: a loro è dedicata, non da ultima, la sezione Kids, con la direzione artistica di Marino Guarnieri e i laboratori curati dall’Allegra Brigata di Monopoli.

Tra le novità della nuova edizione numerose serate evento che porteranno nel cuore della Puglia il grande cinema d’autore, anteprime, ospiti – Kim Rossi Stuart con “Brado”, Claudia Gerini con “Tapirulan” – ma anche incontri con importanti professionisti del settore, con la presentazione de “Il cinema, l’immortale” (Einaudi) di Daniele Vicari, del “Dizionario dei film. Edizione del trentennale. 1993-2023” (Baldini+Castoldi) di Paolo Mereghetti e un focus sulla situazione del cinema al Sud, a cui hanno già aderito Giorgio Gosetti (presidente AFIC), Giulio Dilonardo (presidente ANEC Puglia e Basilicata), Francesca Cima (produttrice Indigo Film) e Maria Giuseppina Troccoli (dirigente MiC).

Anche in questa edizione verrà celebrata l’opera di un artista che ha abitato la terra di confine tra musica e cinema, Enzo Jannacci, con la proiezione de “L’Udienza” di Marco Ferreri e la presentazione del libro di Enzo Gentile “Enzo Jannacci. Ecco tutto qui”, con parole e musica di Paolo Jannacci al pianoforte, spettacolo-concerto in anteprima nazionale.

Un’attenzione particolare sarà inoltre riservata al cinema armeno, attraverso un programma esclusivo di due giorni, espressione del gemellaggio con il GAIFF di Yerevan e programmato a Bari, città che può narrare la storia umana, religiosa e culturale che lega l’Armenia alla Puglia, e a Polignano a Mare.

Fiore all’occhiello del festival, da sempre, i premi, che quest’anno saranno ben 12, assegnati dalla giuria nazionale Lungometraggi (Faro d’Autore della Città di Monopoli e Premio Miglior Attrice/Attore “Masseria Santa Teresa”), dalla giuria nazionale Doc, dalla giuria SNCCI (Premio della Critica Italiana SNCCI), dalla giuria giovani Sudestival School (Premio “Fondazione Puglia”), dalla giuria KIDS Sudestival School e dal pubblico del Sudestival (Premio “Arcadia”). Confermati anche quest’anno il Premio “Gianni Lenoci” alla Miglior Colonna Sonora e il Premio AFC “Carlo Delle Piane” alla Miglior Sceneggiatura.

“Se il pubblico sta cambiando, abbandonando la liturgia della sala – dichiara il direttore artistico Michele Suma – noi abbiamo lavorato ad una edizione di 35 giornate di festival per riproporre lo stare insieme, la condivisione, il dialogo, lo scambio e la conoscenza; l’attenzione formativa ai giovani e giovanissimi ne è strategia portante, grazie anche al finanziamento CIPS che lo consente. Il Sudestival riproporrà la magia della sala, della fruizione collettiva di quel fascio di luce che porta le storie e la storia del cinema italiano degli esordi. Perché il cinema è, ancora, un momento formidabile per emozionarsi in compagnia”.

Pedro Armocida presiederà la giuria nazionale Lungometraggi, composta da Viviana Del Bianco (direttrice N.I.C.E.), Roberto Silvestri (critico cinematografico), Paolo Di Paolo (scrittore) ed Esmeralda Calabria (montatrice). La giuria nazionale Doc sarà invece diretta dalla sceneggiatrice e giornalista Antonella Gaeta e composta da Michele Sancisi (scrittore, autore e giornalista) e Anna Maria Pasetti (critica cinematografica). La giuria SNCCI per il Premio della Critica Italiana sarà composta dai critici cinematografici Ignazio Senatore, Irene Gianeselli e Marco Lombardi. Il Premio “Gianni Lenoci” sarà assegnato dalla giuria presieduta da Francesco Conversano (regista documentarista) e dai Maestri Gianpaolo Schiavo (direttore del Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli), Paolo Vivaldi, Paolo Carlomè e Admir Shkurtaj.

Madrina della 23esima edizione del Sudestival sarà l’attrice Bianca Nappi, originaria di Trani, ospite speciale della serata delle premiazioni.

LE SEZIONI

MASTERCLASS

27 gennaio – Kim Rossi Stuart: Interpretare un personaggio, il ruolo dell’attore nell’opera filmica.

10 febbraio – Claudio Cupellini: Dalla graphic novel allo schermo, la sceneggiatura de “La terra dei figli”.

17 febbraio – Duccio Cimatti: Il ruolo strategico della luce nell’opera filmica. Incontro-lezione e visione guidata de “Il grande passo”.

23 febbraio – Salvatore De Mola: Sceneggiare “Questo è un uomo”.

25 febbraio – Massimiliano Bruno: Nessuno mi può giudicare.

4 marzo – Marco Spoletini: Il ruolo del montaggio nell’opera filmica, “Il silenzio grande”.

4 marzo – Marco Spoletini: Il ritmo del montaggio in un film di genere, “Piove”.

10 marzo – Margherita Ferri: Grammatica e sintassi delle serie tv.

17 marzo – Mauro Gervasini: Commedia all’italiana: ieri, oggi (e domani)?. Incontro-lezione e visione guidata de “Il sorpasso”.

GLI IMPRESCINDIBILI
LA RETROSPETTIVA DEDICATA A MATTIA TORRE

29 gennaio – Piovono Mucche (2002) di Luca Vendruscolo

5 febbraio – Piccole Anime (1998) di Gianni Ciarrapico

19 febbraio – Ogni maledetto Natale (2014) di Mattia Torre, Gianni Ciarrapico, Luca Vendruscolo

26 febbraio – Boris, Il film (2011) di Mattia Torre, Gianni Ciarrapico, Luca Vendruscolo

5 marzo – Figli (2020) di Giuseppe Bonito

CONCORSO LUNGOMETRAGGIO

9 febbraio – Amanda di Carolina Cavalli

11 febbraio – Per niente al mondo di Ciro D’Emilio

17 febbraio – Acqua e Anice di Corrado Ceron

24 febbraio – Margini di Niccolò Falsetti

3 marzo – La lunga corsa di Andrea Magnani (ANTEPRIMA)

10 marzo – I pionieri di Luca Scivoletto (ANTEPRIMA)

CONCORSO DOC

6 marzo – Le biblioteche del mondo di Davide Ferrario (ANTEPRIMA)

6 marzo – Il cerchio di Sophie Chiarello

7 marzo – Peso Morto di Francesco Del Grosso

7 marzo – Se fate i bravi di Stefano Collizzoli

7 marzo – Ennio Flaiano, straniero in patria di Fabrizio Corallo e Valeria Parisi

8 marzo – Il tempo dei giganti di Davide Barletti

§  8 marzo – La generazione perduta di Marco Turco

§  8 marzo – Las Leonas di Isabel Achaval e Chiara Bondì

CORTA È LA NOTTE – 18 febbraio

Tria di Giulia Grandinetti; Linfa Vitale di Fausto Franchi; I giorni delle arance di Matteo De Liberato; The Birdwatchers di Riccardo Cavosi; When you wish upon a star di Domenico Modaferri; Destinata coniugi Lo Giglio di Nicola Prosatore; Memories of Crossing di Alberto Segre; Er Supereroe di Lorenzo Luzi; Il barbiere complottista di Valerio Ferrara; The Nightwalk di Adriano Valerio; L’Ultimo Fascista di Giulia Magda Martinez; Tantissimi auguri di Allegra Licci; A better half di Marco Calvani; Le Mosche di Edgardo Pistone; L’ultimo spegne la luce di Tommaso Santambrogio; Camerieri di Adriano Giotti; Solitaire di Edoardo Natoli; L’uomo materasso di Fulvio Risuleo; 68415 di Antinella Sabatino e Stefano Blasi; Maestrale di Nico Bonomolo; Notte romana di Valerio Ferrara; Le variabili dipendenti di Lorenzo Tardella; I pezzi buoni di Emanuela Muzzupappa; L’avversario di Federico Russotto; Old Tricks di Edoardo Pasquini e Victor Ivanov; Closed to the light di Nicola Piovesan.

SUDESTIVAL KIDS

26 gennaio – Anna Frank e il diario segreto di Ari Folman

9 febbraio – Mister Link di Chris Butler

24 febbraio – Trash, la leggenda della piramide magica di Francesco Dafano e Luca della Grotta

3 marzo – La fortuna di Nikuko di Ayumu Watanabe

 

Tutto il programma e gli aggiornamenti sono consultabili su www.sudestival.org.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here