Home Eventi Courmayeur La conquista criminale di Roma e Milano al Courmayeur Noir 2013

La conquista criminale di Roma e Milano al Courmayeur Noir 2013

CONDIVIDI

Un viaggio alla scoperta dei nuovi padroni criminali dell’economia italiana attraverso le sue maggiori città, Roma e Milano. Prendendo spunto da “Suburra” (Einaudi) di Carlo Bonini e Giancarlo De Cataldo per un verso, e dal racconto dei magistrati e giornalisti milanesi sulla conquista criminale dell’Expo 2015 per l’altro, nell’ultimo giorno di Courmayeur Noir in Festival, sabato 14 dicembre, il giornalista e scrittore Gaetano Savatteri conduce il convegno “Le mani sulla città” (ore 10 – Jardin de l’Ange). Con Lirio Abbate, Gianni Biondillo, Giuseppe Gennari e Andrea Galli una nuova tappa di quella ricognizione tra storia, cronaca e immaginario che ogni anno il festival dedica all’Italia dei misteri.

E nel giorno in cui viene assegnato il Leone Nero al miglior film in concorso della rassegna (cerimonia ore 21.30 – PalaNoir sala 1) debutta in anteprima europea il carismatico e istrionico Jude Law in “Dom Hemingway” di Richard Shepard (ore 18.15 – PalaNoir sala 1), distribuito da 20th Century Fox.

Chiude la XXIII edizione del Courmayeur Noir in Festival “La voce” di Augusto Zucchi, a narrare, nell’italietta dei misteri e degli inganni, la storia di Gianni (Rocco Papaleo), un imitatore sfruttato dai Servizi Segreti per fare telefonate con la voce di un Ministro morto d’infarto.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here