Home Eventi Roma Festival di Roma 2011: martedì 2 novembre proiezione di “148 Stefano. Mostri...

Festival di Roma 2011: martedì 2 novembre proiezione di “148 Stefano. Mostri dell’inerzia”

CONDIVIDI

Mercoledì 2 novembre alle 20.30 (Sala Petrassi – Auditorium Parco della Musica), nell’ambito del Festival Internazionale del Film di Roma 2011, verrà proiettato il documentario “148 Stefano. Mostri dell’inerzia” di Maurizio Cartolano, patrocinato dalla Sezione Italiana di Amnesty International con la seguente motivazione:

“La Sezione Italiana di Amnesty International ha conferito il proprio patrocinio al documentario ‘148 Stefano. Mostri dell’inerzia’ di Maurizio Cartolano, che con grande sensibilità racconta la lotta per la giustizia, che pare impari ma non per questo meno determinata, portata avanti da una sorella e da un padre, i quali pongono delle domande semplici cui sarebbe doveroso, da parte delle autorità italiane, rispondere al più presto: cosa è successo a Stefano? Chi sono i responsabili? Perché per giorni e giorni di detenzione la famiglia non ha avuto notizie di lui? Gli ultimi giorni di vita di Stefano Cucchi, un calvario incomprensibile e assurdo, meritano di essere meglio conosciuti dall’opinione pubblica italiana, come meritano di essere conosciuti i suoi momenti sereni in famiglia e le sue speranze. Questo documentario, e la sua programmazione all’interno del Festival del Film di Roma, sono un’occasione importante, che Amnesty International è lieta di accompagnare”.

Il documentario di Maurizio Cartolano, da un’idea di Giancarlo Castelli, è il tentativo di fare della vicenda Cucchi un atto di denuncia civile ampliando, alla luce dello sviluppo delle indagini e del tempo, una nuova e rivelatrice riflessione umana. La denuncia prende forma nel racconto attraverso la richiesta legalista di verità e giustizia, dichiarata dalle numerose e diverse testimonianze che nel documentario si susseguono. Soprattutto quelle dei familiari di Stefano Cucchi.

Per info: www.148stefano.org


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here