Home Newsletter Roma guarda a Venezia: dopo “Sacro GRA” vince il docufilm italiano “Tir”

Roma guarda a Venezia: dopo “Sacro GRA” vince il docufilm italiano “Tir”

517
0
CONDIVIDI

Dalla nostra inviata, Marilena Vinci.

Al Festival Internazionale del Film di Roma il pubblico premia invece “Dallas Buyers Club” che vince anche per il miglior attore con Matthew McConaughey. Miglior interpretazione femminile alla voce di Scarlett Johansson per “Her”.

Roma, 16 Novembre 2013 – Per la prima volta nella storia del Festival Internazionale del Film di Roma un film italiano vince il premio per il miglior film assegnato dalla giuria: è “Tir” di Alberto Fasulo. Il film a metà tra fiction e documentario, racconta lo scorcio di vita di un camionista in viaggio lungo l’Europa. Un film per cui il regista e l’attore, Branko Zavrsan, hanno viaggiato per sei mesi a bordo di un camion fingendosi autotrasportatori. Ribattezzato scherzosamente da qualcuno come lo spin-off di “Sacro GRA”, che proprio come quello esplora in qualche modo il mondo delle autostrade, con il premio a “Tir” sembra confermarsi il trend del documentario italiano che già all’ultima Mostra del cinema di Venezia ha trionfato con l’opera di Gianfranco Rosi.

Il premio del pubblico va invece all’acclamato “Dallas Buyers Club” di Jean-Marc Vallée per cui vince anche come miglior attore il protagonista Matthew McConaughey, dimagrito 35 chili per interpretare un malato di Aids. Miglior performance femminile alla voce di Scarlett Johansson per “Her”, in cui l’attrice non compare mai fisicamente. Un interpretazione che il pubblico italiano non potrà apprezzare dato che la voce della Johansson sparirà con il doppiaggio. Miglior attore emergente a tutto il cast di “Gass” (“Acrid”).

Premio per la miglior regia a Kiyoshi Kurosawa per “Seventh Code”, che vince anche per il miglior contributo tecnico (a Koichi Takahashi); Premio Speciale della Giuria a “Quod Erat Demonstrandum” di Andrei Gruzsniczki; premio per la miglior sceneggiatura a Tayfun Pirselimoglu per il film turco “I am not him”; menzione speciale alla rockstar cinese Cui Jian per il suo esordio registico “Blue Sky Bones”.

Foto di Alessandro Massimiliani

 _______________________________________________________________________

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA
8-17 novembre 2013 
I Premi Ufficiali dell’ottava edizione

_________________________________

I PREMI ASSEGNATI AI FILM IN CONCORSO
La Giuria Internazionale, presieduta da James Gray e composta da Verónica Chen, Luca Guadagnino, Aleksei Guskov, Noémie Lvovsky, Amir Naderi e Zhang Yuan ha assegnato i seguenti premi:

– Marc’Aurelio d’Oro per il miglior film: Tir di Alberto Fasulo

– Premio per la migliore regia: Kiyoshi Kurosawa per Sebunsu kodo (Seventh Code)

– Premio Speciale della Giuria: Quod Erat Demonstrandum di Andrei Gruzsniczki

– Premio per la migliore interpretazione maschile: Matthew McConaughey per Dallas Buyers Club

– Premio per la migliore interpretazione femminile: Scarlett Johansson per Her

– Premio a un giovane attore o attrice emergente: tutto il cast di Gass (Acrid)

– Premio per il migliore contributo tecnico: Koichi Takahashi per Sebunsu kodo (Seventh Code)

– Premio per la migliore sceneggiatura: Tayfun Pirselimoğlu per Ben o değilim (I Am Not Him)

– Menzione speciale: Cui Jian per Lanse gutou (Blue Sky Bones)

 _________________________________

I PREMI ASSEGNATI AI FILM DEL CONCORSO CINEMAXXI
La Giuria Internazionale presieduta da Larry Clark e composta da Ashim Ahluwalia, Yuri Ancarani, Laila Pakalnina e Michael Wahrmann, ha assegnato i seguenti premi:

– Premio CinemaXXI per il miglior film (riservato ai lungometraggi): Nepal Forever di Aliona Polunina

– Premio Speciale della Giuria CinemaXXI (riservato ai lungometraggi): Birmingemskij ornament 2 (Birmingham Ornament 2) di Andrey Silvestrov e Yury Leiderman

– Premio CinemaXXI film brevi: Der Unfertige (The Incomplete) di Jan Soldat

– Menzione Speciale CinemaXXI cinema breve: The Buried Alive Videos di Roee Rosen

 _________________________________

IL PREMIO ASSEGNATO AI FILM DEL CONCORSO PROSPETTIVE DOC ITALIA
La giuria presieduta da Marco Visalberghi e composta da Christian Carmosino, Gerardo Panichi, Giusi Santoro e Sabrina Varani, ha assegnato il:

– Premio Doc It – Prospettive Italia Doc per il Migliore Documentario italiano: Dal profondo di Valentina Pedicini

– Menzione Speciale: Fuoristrada di Elisa Amoruso

 _________________________________

IL PREMIO PER LA MIGLIORE OPERA PRIMA/SECONDA
La giuria presieduta da Roberto Faenza e composta da Fausto Brizzi, Carlo Freccero, Alessandra Mammì, Valerio Mieli, Camilla Nesbitt e Andrea Occhipinti, ha assegnato il:

– Premio Taodue Camera d’Oro per la Migliore Opera Prima/Seconda: Out of the Furnace di Scott Cooper

– Premio Taodue Miglior produttore emergente: Jean Denis Le Dinahet e Sébastien Msika per Il sud è niente

 _________________________________

PREMIO BNL DEL PUBBLICO PER IL MIGLIOR FILM
Attraverso un sistema elettronico, il Festival ha previsto la partecipazione degli spettatori all’assegnazione del Premio BNL del Pubblico per il miglior film. I film che hanno preso parte all’assegnazione del premio sono quelli del Concorso. Il pubblico ha assegnato il:

– Premio BNL del Pubblico per il miglior film: Dallas Buyers Club di Jean-Marc Vallée

  _______________________________________________________________________

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here