Home Eventi Il Gioco del Lotto “Nove giorni di grandi interpretazioni” con il Gioco del Lotto e RB...

“Nove giorni di grandi interpretazioni” con il Gioco del Lotto e RB Casting al Festival di Roma 2011

CONDIVIDI

Grazie al Gioco del Lotto, in occasione del prossimo Festival Internazionale del Film di Roma, e sotto l’attenta regia di tre mostri sacri del cinema made in Italy – Liliana Cavani, Michele Placido e Marco Risi  gli italiani potranno “mettersi in gioco” per diventare star del grande schermo.   

Con il Gioco del Lotto il protagonista sei tu”. E’ questo il motto che verrà proposto alla sesta edizione del Festival Internazionale del Film di Roma a tutti quegli italiani che sognano una carriera nel mondo del Cinema. “Nove giorni di grandi interpretazioni“, è il titolo dell’iniziativa durante la quale, grazie al gioco più popolare d’Italia, tutti avranno la possibilità di essere veri protagonisti, mostrando le proprie capacità interpretative e, perché no, vincere l’opportunità di far parte di una produzione cinematografica.

Dopo il successo della scorsa edizione, anche quest’anno, presso l’Auditorium Parco della Musica, dal 27 ottobre al 3 novembre 2011, il Gioco del Lotto riproporrà l’iniziativa di scouting per nuovi talenti, in una edizione ampliata e con grandi sorprese e novità. Tutto ciò presso lo Stand del Gioco del Lotto che ospiterà, per l’intera durata del festival, tutti coloro che ritengono di avere i numeri giusti per vivere da protagonisti la magia del grande schermo.

Casalinghe, studenti, manager o operai, chiunque potrà assaporare l’esperienza di vivere per un giorno o, chissà, per una lunga carriera, una produzione cinematografica a tutti gli effetti, e cimentarsi davanti alla macchina da presa in veri provini curati dagli esperti di RB Casting, una delle più importanti società di casting professionali del panorama cinematografico. Ma non è tutto. Gli aspiranti artisti, infatti, avranno anche l’opportunità di esibirsi al cospetto di una giuria d’eccezione composta da tre mostri sacri del “ciak” del Bel Paese.

Ricevuto il testimone dai “colleghi” Carlo Verdone, Giovanni Veronesi e Leonardo Pieraccioni, che hanno partecipato l’anno scorso, a giudicare le prove di recitazione saranno Liliana Cavani, che nella sua carriera ha diretto attori come Marcello Mastroianni, Burt Lancaster e Claudia Cardinale, insieme a Michele Placido, profondo conoscitore di cinema anche in veste di attore, e Marco Risi,  figlio del Maestro Dino e regista molto apprezzato dalla critica.

Un’iniziativa sicuramente ludica, ma che propone un fine fortemente culturale e sociale: dare alla gente comune l’opportunità di dimostrare le proprie capacità e, perché no, di realizzare il sogno di una vita, quello di diventare una star del grande schermo. Ma anche una fucina di talenti nascosti al servizio del cinema, grazie all’opportunità, per produzioni e registi di “scovare” nuovi talenti direttamente dalla strada.

Con “Nove giorni di grandi interpretazioni“, grazie al Gioco del Lotto si potrà dimostrare il proprio valore e vivere un divertente momento di protagonismo, pensato anche per chi ha dedicato anni di studio senza avere mai una chance nella difficile carriera cinematografica o per chi, sin da bambino, ha desiderato rivivere le gesta ed essere nei panni di personaggi del calibro di Anna Magnani, Sofia Loren, Amedeo Nazzari e Alberto Sordi, solo per fare qualche nome. Insomma il tanto atteso “treno” su cui salire e con il quale, forse, “cambiare vita”.

Un’iniziativa che vuole replicare il successo della scorsa edizione che, in soli sette giorni, ha visto la partecipazione di oltre 1.000 candidati, provenienti da ogni parte dello Stivale. Un successo sorprendente anche per lo spirito e la filosofia con cui è nata l’idea, spirito colto perfettamente dai provetti attori: persone comuni, giovani e meno giovani di ogni estrazione e ceto, ma tutti accomunati da un unico obiettivo, partecipare al casting più democratico mai visto. A spuntarla è stata Ambra Quaranta, che per capacità e professionalità, si è aggiudicata il primo premio consistente in una partecipazione in “Manuale d’Amore 3” di Giovanni Veronesi, ma anche nel nuovo film di Claudio Risi e ne “Il delitto di via Poma” per la regia di Roberto Faenza.

Anche Cecilia D’Amico, seconda classificata, ha potuto misurarsi con prove d’attore, partecipando allo stage di Veronesi tenutosi a Milano lo scorso aprile, avendo modo di mostrare le proprie capacità, per poi essere ingaggiata per il ruolo di “consulente bancaria” nel prossimo film di Carlo Verdone “Posti in piedi in Paradiso”, accanto a Pierfrancesco Favino.

Anche quest’anno, come nella scorsa edizione, il casting director Roberto Bigherati con il suo Staff di RB Casting sceglierà le 10 migliori performance da sottoporre al giudizio dei tre grandi registi che decreteranno il vincitore 2011.

Il Gioco del Lotto continuerà in questo modo a realizzare i sogni degli italiani, premiando i “numeri” giusti per diventare protagonisti nel mondo del cinema.

Il Gioco del Lotto è la principale lotteria a quota fissa del mondo e solo in Italia ha un numero di appassionati che si avvicina ai tredici milioni. Dal 2004 il Lotto ha fatto vincere ai giocatori italiani più di 25 miliardi di euro, dei quali oltre 3 miliardi vinti nel 2010. Dal 1993 il Gioco del Lotto è gestito in qualità di concessionaria esclusiva dello Stato da Lottomatica, leader in Italia nel settore dei giochi e uno dei maggiori operatori di lotterie a livello mondiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here