Home Eventi Venezia Giornate degli Autori 2013: un cucciolo di pachiderma offre riparo al Leone

Giornate degli Autori 2013: un cucciolo di pachiderma offre riparo al Leone

CONDIVIDI

Anche quest’anno, in occasione del Decennale, le Giornate degli Autori, sezione autonoma e indipendente della Mostra del Cinema di Venezia, ironizzano sulla propria identità con un’immagine-simbolo dal sapore totemico come quella dell’elefante: un cucciolo di pachiderma che offre riparo al Leone nel salutare una laguna ancora sospesa tra nubi minacciose e una promessa di arcobaleno. Che la si voglia prendere per metafora del difficile momento della cultura (non solo in Italia) o gioco auto-ironico su una rassegna che ambisce alla crescita e alla longevità (come gli elefanti), l’immagine del 2013 prosegue, in realtà, in una linea editoriale ben definita.

Per il decimo anno consecutivo le Giornate affidano infatti la propria linea creativa allo studio grafico romano “Immagine e Strategia” che meglio di chiunque altro ha saputo rappresentare l’essenza stessa della sezione: giovane, temeraria, tenace e vitale.

Tra le immagini che hanno animato le varie edizioni, spesso strappando un sorriso ad attori, registi e ospiti della sezione in posa per una foto ricordo, ricordiamo i nostri felini “alternativi” come il leone rasta fiero e sbarazzino della passata edizione o il “mansueto” gatto dalla maestosa ombra leonina del manifesto 2009.

“Il primo anno – spiega il direttore Giorgio Gosetti – abbiamo cercato con il supporto del nostro studio grafico di individuare un logo che richiamasse una delle immagini storicamente evocative della Serenissima, così come il leone di San Marco incarna lo spirito della Biennale. Ne è nata l’immagine delle Giornate degli Autori, la sagoma del ‘ferro’ della gondola sullo sfondo della luna”.

Le immagini dei manifesti sono disponibili sul sito
www.venice-days.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here