Home Eventi Venezia Giornate degli Autori 2013, quarto giorno tra donne e critici: scandalo Julia...

Giornate degli Autori 2013, quarto giorno tra donne e critici: scandalo Julia e omaggio Miccichè

CONDIVIDI

Ancora tutte donne per la quarta giornata di festival, sabato 31 agosto, nel programma delle Giornate degli Autori: la musa della New York intellettuale Cherien Dabis che atterra in Giordania, in compagnia di Hiam Abbass per il suo secondo film da regista “May in the Summer”, la fotografa e artista J.Jackie Baier che “pedina” i sogni e gli incubi della transessuale Julia nel film omonimo e le attrici Freida Pinto (la meravigliosa interprete di “The Millionaire” di Danny Boyle e “Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni” di Woody Allen) e Michelle Dockery (protagonista della pluripremiata serie televisiva “Downton Abbey”) ospiti dell’incontro “La Creatività dell’interpretare”, promosso e realizzato in collaborazione con il Creative Partner Miu Miu (ore 11.30, Sala Tropicana, Hotel Excelsior).

Nel suo “May in the Summer” (ore 17, Sala Darsena) Cherien Dabis, regista e protagonista del film, sfodera tutto il fascino e l’ironia della Giordania contemporanea: scrittrice di successo, May, torna da New York per sposarsi nella sua città natale, Amman, ma appena atterrata la sua vita apparentemente perfetta inizia a mostrare delle crepe. Lei e le sue due giovani sorelle saranno costrette a confrontarsi con le inevitabili differenze tra i valori della cultura araba tradizionale e quelli del mondo moderno.
“L’essere per la prima volta contemporaneamente attrice e regista – ha spiegato Cherien Dabis – mi ha reso molto più vulnerabile di quanto avrei mai immaginato. Spesso mi sono trovata a dover lottare per gestire le mie insicurezze personali – continua la Dabis – questo continuo cambiamento di prospettiva ha rappresentato per me una sfida molto interessante”.

Ma il sabato della Mostra è idealmente dedicato a Lino Miccichè cui tutte le sezioni del Festival, dalla Selezione Ufficiale alla Sic alle Giornate degli Autori rendono omaggio, presentando insieme il film “Lino Miccichè, mio padre una visione del mondo” (ore 14.30, Sala Casinò) firmato da Francesco Miccichè, figlio del grande critico e intellettuale del cinema italiano. Per l’occasione, i 100autori, in accordo con AFIC e le Giornate, propongono un incontro dal titolo “Le stell(ett)e del cinema ai tempi della rete” dedicato al tema della critica cinematografica (ore 15.30, Villa degli Autori – Lungomare Marconi 56), condotto dal critico Giacomo Dursi con la regista e sceneggiatrice Anne Riitta Ciccone e Giorgio Gosetti. Tra i critici e i giornalisti che hanno accettato l’invito: Francesco Bruni, Giovanni Spagnoletti (AFIC), Marianna Cappi (MyMovies), Gianni Canova, Fabio Ferzetti, Emiliano Morreale e Daniele Giglioli.

In seconda serata (ore 22, Sala Casinò), evento speciale “Julia” della regista J.Jackie Baier, una storia sulla fede e lo scetticismo, sullo sradicamento e l’appartenenza: per più di dieci anni la fotografa e regista tedesca J.Jackie Baier ha seguito la transessuale Julia K. nata a Klaipeda in Lituania, riprendendo la sua dura vita da prostituta, fuorilegge e anticonformista che non è mai scesa a compromessi con la società.

Le Giornate degli Autori sono promosse da ANAC e 100autori, in accordo con la 70. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia.  

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here