Home News Ascolti Tv: domenica 4 marzo 2012, vince “La Certosa di Parma” con...

Ascolti Tv: domenica 4 marzo 2012, vince “La Certosa di Parma” con 5.159.000 telespettatori

CONDIVIDI

La prima parte della miniserie diretta da Cinzia Th Torrini, “La Certosa di Parma”, con Rodrigo Guirao Diaz, Maria Josee Croze e Alessandra Mastronardi, ha vinto la prima serata degli ascolti televisivi di domenica 4 marzo 2012. La fiction trasmessa su Rai 1 ha registrato una media di 5.159.000 telespettatori, share del 19.59%.

PRIME TIME

Rai 1, “La Certosa di Parma“, regia di Cinzia Th Torrini, interpretata tra gli altri da Rodrigo Guirao Diaz, Maria Josee Croze e Alessandra Mastronardi, 5.159.000 telespettatori, 19.59% share.

Rai 2, “NCIS“, episodio “Istinto animale” (2.849.000, 9.52%); a seguire “Hawaii Five-0“, episodio “Prova d’innocenza” (2.696.000, 9.40%).

Rai 3, “Presadiretta“, condotto da Riccardo Iacona, 2.287.000 telespettatori, 9.22% share.

Canale 5, “Grande Fratello 12”, condotto da Alessia Marcuzzi, con ospite Johnny Groove, 3.568.000 telespettatori, 17.32% share.

Italia 1, “Scontro tra titani“, regia di Louis Leterrier, con Liam Neeson, Ralph Fiennes, Sam Worthington e Gemma Arterton, 2.908.000 telespettatori, 10.49% share.

Canale 5, “Mystic river“, regia di Clint Eastwood, con Sean Penn, Tim Robbins, Kevin Bacon e Laurence Fishburne, 1.416.000 telespettatori, 6.22% share.

La7, “F.B.I.: Protezione testimoni“, regia di Jonathan Lynn, con Rosanna Arquette, Bruce Willis, Matthew Perry e Michael Clarke Duncan, 461.000 telespettatori, 1.75% share.

1 commento

  1. Record di ascolti perché ci hanno “bombardato” con una propaganda che lasciava intendere qualcosa di molto più interessante ed alto livello. Non seguo le fiction ma ultimamente ho visto quella dedicata a Walter Chiari e questa. Nella prima ho riscontrato una buon interpretazione, buona la produzione e l’aspetto tecnico, nel complesso un buon prodotto e dedicato ad un personaggio che ha dato tanto al mondo dello spettacolo. La “certosa di Parma” invece l’ho trovata molto “scolastica”. Tecnicamente buona, recitazione penosa di alcuni interpreti e ci sono stati dei passaggi nella sceneggiatura banali e scontati. Stendhal meritava maggiore rispetto. Maria Jose Croze ha lavorato bene, ma nel complesso è mancato quel patos che mi aspettavo da una storia del genere. Sentimenti, sensazioni e valori morali sono gli ingredienti essenziali che oggi mancano nella nostra società ed avrebbero bisogno di essere rivalutati proprio mediante questi media che richiamano il grande pubblico.

    Grazie

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here