Home News I Tesori del Cinema

I Tesori del Cinema

CONDIVIDI
“L’infernale Quinlan” di Orson Welles

Explorer HD Channel, il nuovo canale visibile su Sky, canale 176, interamente dedicato alla scoperta e all’esplorazione dell’Italia, ma anche di realtà internazionali, presenta un palinsesto ricco, adatto ad un vasto pubblico grazie alla qualità delle proprie proposte, il tutto con un linguaggio adeguato alla società attuale. I programmi di approfondimento artistici e culturali sono realizzati in una chiave nuova, in modo da essere fruibili e piacevoli per qualsiasi spettatore.

Dalle docu-serie ai docu-reality passando per l’entertainment, il factual, la fiction, gli scripted e i documentari, le produzioni riguardano sia temi poco conosciuti che attuali, trattati in maniera originale. Grande spazio al cinema con I Tesori del Cinema: film classici del cinema proposti con approfondimenti che permettono una loro rivisitazione in chiave contemporanea.

Si inizia con “La congiura degli innocenti” (1955) di Alfred Hitchcock, esempio di umorismo nero, pellicola sperimentale, sovversiva e senza compromessi in cui sono messi alla berlina l’idea di buon vicinato, di matrimonio e di ceto medio rurale americano. Con la straordinaria colonna sonora di Bernard Herrmann alla sua prima collaborazione con Hitchcock, segna l’esordio di Shirley MacLaine.

Da gennaio sarà possibile vedere le opere di Orson Welles, uno degli artisti più geniali e innovativi del Novecento in ambito teatrale, radiofonico e cinematografico. Palma d’Oro a Cannes nel 1952, Oscar alla carriera nel 1972, votato dal British Film Institute come miglior regista di tutti i tempi. Tra i primi titoli “L’infernale Quinlan” (1958), film scritto, diretto e interpretato dallo stesso Welles, liberamente tratto dal romanzo “Badge of Evil”, un “giallo” di Whit Masterson, edito in Italia da Mondadori con il titolo “Contro tutti”. Questo film è diventato, nel tempo, un vero culto per gli appassionati. Pur non essendo considerato una delle opere fondamentali del regista, contiene alcune soluzioni di linguaggio richiamate anche nelle scuole di cinema. Notevoli il piano sequenza di dodici minuti dell’inizio e le acrobazie di Charlton Heston.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here