Home Interviste “Paura di amare” vince ancora

“Paura di amare” vince ancora

CONDIVIDI

Interviste e video esclusivo del provino della protagonista Erica Banchi

Nuovo straordinario risultato per la serie Rai “Paura di amare”. Con 6 milioni 201 mila spettatori e uno share del 24,56 per cento, la seconda puntata della fiction diretta da Vincenzo Terracciano (la terza andrà in onda stasera) e prodotta dalla Titania di Ida Di Benedetto e Stefania Bifano (capostruttura Rai Paola Masini) vince la guerra degli ascolti tv confermando e migliorando i risultati del debutto della scorsa settimana.

ERICA BANCHI - provino per "Paura di amare" - WWW.RBCASTING.COM

Nel cast oltre ai protagonisti, l’attore torinese Giorgio Lupano e l’esordiente Erica Banchi nel ruolo di un ricco vedovo e di una baby sitter, Rosabell Laurenti Sellers, Dario Fiorica, Barbara Livi, Marco Falaguasta, Ivana Lotito, Clotilde Sabatino, Teresa Acerbis e l’attrice danese Brigitte Christensen.

“Un risultato che va al di là di ogni aspettativa, speriamo continui così!”. Raggiunto al telefono da RB Casting Terracciano è raggiante. Da qualche ora gli hanno comunicato i nuovi ascolti della serie e non nasconde l’emozione. “E’ la prova che in tv si può realizzare un prodotto di buona qualità con attori poco conosciuti o addirittura esordienti”, dice. “Spesso ci si dimentica che gli interpreti si scelgono attraverso i provini, in questo caso tutto il cast li ha superati alla grande”. Riguardo alla coppia protagonista il regista spiega: “ho vissuto un’avventura meravigliosa, con Giorgio ho raggiunto un sodalizio perfetto mentre Erica…beh, appena l’ho vista mi sono detto che era lei. Bisognava solo farla diventare o meglio farla essere il personaggio anche agli occhi del pubblico. Direi che per entrambi i risultati mi hanno dato ragione”.

Erica Banchi, 23 anni, fresca di diploma al Centro sperimentale di Cinematografia, è stata scelta attraverso RB Casting dal casting director Roberto Bigherati (nel video il provino del 2009). “Vincenzo mi ha chiamata stamattina – racconta – ma io ero sicura del successo della serie già dalla prima puntata. Insomma ero positiva!”. Che effetto fa sapere che sei stata seguita da più di 6 milioni di persone? “Mi ha dato tanta energia. Adesso, più di prima, ho voglia di continuare a recitare. Come persona, invece, mi sento di ringraziare Vincenzo, Ida, mia madre che mi ha sempre seguito e gli amici di sempre, quelli veri”. Erica quindi continuerà a recitare, ma non abbandonerà l’altra grande passione, la musica. “Studio al pianoforte ogni giorno (le manca un esame per laurearsi al Conservatorio, ndr) – dice – anche come compositrice. In Serbia, dove abbiamo girato gran parte della serie, mi sono portata la tastiera. Un giorno mi piacerebbe comporre musica per il cinema”.

Giorgio Lupano, già protagonista di “Un caso di coscienza 4”, “La stella della porta accanto” e “Regina dei fiori”, ammette di essere rimasto colpito dall’interesse che la fiction ha suscitato. “Non sapevo cosa aspettarmi – spiega – sicuramente non pensavo a degli ascolti così alti. Che cosa è stato premiato? Sicuramente l’elemento su cui abbiamo lavorato di più, ovvero raccontare una storia in modo elegante. Non si tratta di un plot nuovo perché ci sono tutti gli elementi del classico romanzo popolare: questa volta però abbiamo cercato di realizzare un meló in modo semplice e raffinato e questo forse ha reso il prodotto originale. In più si è deciso di puntare su volti nuovi…probabilmente erano giusti!”. A proposito del “perfetto sodalizio” con il regista, Lupano aggiunge: “si è vero, è stato un ottimo sodalizio. E’ andata in modo strano: prima della serie non ci conoscevamo, né ci siamo incontrati al provino perché lui era in ospedale per un problema al ginocchio. Sul set si siamo ritrovati faccia a faccia, Vincenzo napoletano fino al midollo e io torinese fin sopra la cima dei capelli. C’è voluto un po’ per intenderci ma poi ci siamo presi alla grande”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here