Home Interviste Diane Fleri madrina col pancione di “Alice nella Città”

Diane Fleri madrina col pancione di “Alice nella Città”

CONDIVIDI

Intervista a Diane Fleri

E’ una madrina col pancione quella di “Alice nella Città”, la sezione da quest’anno autonoma ma parallela del Festival Internazionale del Film di Roma dedicata ai bambini e ai ragazzi. Diane Fleri, che a dicembre diventerà mamma di Zoe (nome di origine greca che vuol dire vita, ci spiega) stamattina ha ufficialmente inaugurato la manifestazione.
“Ho partecipato anni fa ad Alice con il film ‘Quell’estate’ di Guendalina Zampagni – ci ha raccontato – ed è stato molto bello perché mi sono trovata a rispondere alle domande più curiose e appassionate dei ragazzi. Per coincidenza questo film esce in contemporanea a questo festival, di cui sono madrina, il 15 novembre. Nel cast ci sono anche Alessandro Haber e Pamela Villoresi ed è distribuito dai giovani della White Rose. Mi piace il cinema giovane fatto dai giovani”.

Tu sei madrina di un festival per ragazzi, com’era il tuo rapporto con il cinema da adolescente? Quali erano i tuoi film preferiti e quelli che ti sono rimasti nel cuore?
Ho scoperto il cinema un po’ tardi perché faccio parte di famiglia in cui non era molto presente. Si stava più attenti alla politica, alla storia, alla storia dell’arte, il cinema lo abbiamo portato in casa più tardi io e mia sorella. Il mio primo amore poi è stato il teatro. I film di cui mi sono innamorata sono abbastanza recenti, come “Se mi lasci ti cancello”, ma da piccola ho sempre seguito i film Disney e “Il piccolo principe”, che sarà qui ad Alice, non vedo l’ora di vederlo!

Adesso che stai per diventare mamma è un mondo a cui dovrai avvicinarti ancora di più…
Infatti, e comincio proprio con Alice, dato che in questo festival saremo in due e sento già mia figlia reagire quando andiamo al cinema.

Dopo aver partorito ti prenderai un periodo di pausa o ricomincerai subito a lavorare?
Dipende, se potrò portare mia figlia con me sul set vaglierò le proposte.

Quando ti rivedremo sul grande schermo?
Oltre al film di cui dicevo prima, “Quell’estate”, sono tra i protagonisti di “Mina” di Elisa Fuksas, presentato recentemente ad un festival in Giappone, a cui non ho potuto partecipare ma sembra che li io sia diventata una star!

Tutte le proiezioni di “Alice nella Città” si terranno alla Casa di Alice, una nuova location (che si trova all’angolo tra piazza Apollodoro e viale de Coubertin) con sala cinematografica di 270 posti, postazione wi-fi, libreria del cinema, bistrot ed uno spazio incontri in cui si svolgeranno gli appuntamenti di “Alice Incontra”.

Tra i film più attesi “Il Piccolo Principe” e il nuovo della Walt Disney, “Ralph Spaccatutto”, già campione d’incassi negli USA e in arrivo in Italia a Natale. In totale sono 5 anteprime mondiali, 6 opere prime, 7 film tratti da libri e 13 paesi rappresentati.

In Concorso
– Kid, di Fien Troch (Belgio 2012)
– Baby Girl, di Macdara Vallely (USA, IRlanda, 2012)
– The Passion of Michelangelo, di Esteban Larraìn (Cile 2012)
– Even if It Rains (Igual si llueve), di Fernando A. Gatti (Argentina 2012)
– Strings, di Rob Savage, (Regno Unito 2012)
– You and Me Forever, di Kaspar Munk (Danimarca 2012)
– Innocents, di Chen-hsi Wong (Singapore 2012)
– My Sweet Orange Tree (Meu Pé de Laranja Lima), di Marcos Bernstein (Brasile 2012)
– Youth (Jeunesse), di Justine Malle (Francia 2012)
– Pulce non c’è, di Giuseppe Bonito (Italia 2012)
– Animals, di Marçal Forés (Spagna 2012)
– Little Lion (Comme un lion), di Samuel Collardey (Francia 2012)

Fuori Concorso
– Ralph Spaccatutto (Wreck-it Ralph) di Rich Moore (USA 2012)
– The Dandelions (Du vent dans mes mollets) di Carine Tardieu (Francia 2012)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here