Home Interviste Le parole che non ti ho detto: Giulia Michelini intervista Marco Giallini

Le parole che non ti ho detto: Giulia Michelini intervista Marco Giallini

629
0
CONDIVIDI

Due grandi artisti, tra gli interpreti più amati del cinema e della televisione italiana. Lei è la mafiosa più pericolosa della tv, Rosy Abate. Lui invece è l’affascinate vicequestore Rocco Schiavone. Ladies and Gentlemen… Sono Giulia Michelini e Marco Giallini la nostra nuova coppia protagonista della rubrica “Le parole che non ti ho detto”.

Ecco l’intervista esclusiva per RB Casting

1. Vicequestore Schiavone… Hai mai visto la mia serie? Nella vita potrebbe affascinarti un personaggio come Rosy Abate?
Sì, mi affascinavi anche prima di Rosy Abate.

2. Cosa ti piace e cosa no del tuo lavoro e se è una cosa che ancora ti fa star bene.
Mi piaceva tutto del mio lavoro, ma poi, si fa l’abitudine a tutto (o quasi). Mi piace che puoi interpretare anime, cuori, personalità e caratteri, diversi da come sono… Mi piace la troupe! Attori e Attrici BRAVE… Conoscere città, viverle, le azioni dei macchinisti, elettricisti, scenografi, attrezzisti, operatori, direttori della fotografia, aiuto registi, segretarie di edizione, assistenti, litigare con la produzione, arrivare un po’ in ritardo, per poi far perdere meno tempo possibile! Ed essere amato dalla troupe con gesti concreti. Mi piacciono le attrici belle dentro e fuori… Conoscere gente diversa nelle città dove si gira e mantenere rapporti quando nascono amicizie… Vabbè, forse l’abitudine ancora non ce l’ho fatta, mi sa.

3. Mi piacerebbe sapere se la vita è una merda (come ripeti in continuazione…).
Delle volte la vita può essere una merda, ma comunque, mi lamento, solo perché sono consapevole che prima o poi finisce… Io sono innamorato della gente e della vita, ma come tutte le persone non proprio tranquille e beate (volevo usare un altro termine, ma era censurabile) quando sto bene, ho paura… E allora, dico questa frase, diciamo così, a sproposito.

4. Sei un tipo che parli da solo?
Io parlo più da solo, che con gli altri, e dato che quando sono in compagnia, gli altri, per parlare, devono alzare la mano… Immagina quanto parlo! E me ‘ncazzo pure da solo! Insomma tante volte, non mi trovo d’accordo.

_______________________________________________________________________

LEGGI LA RUBRICA

LE  PAROLE CHE NON TI HO DETTO

_______________________________________________________________________

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here