Home Eventi Courmayeur Il Noir in festival si tinge di rosso con le vampire lesbo...

Il Noir in festival si tinge di rosso con le vampire lesbo femministe di Gansel

CONDIVIDI

Sono ciniche, spietate, glamour, con ambigue tendenze sessuali e soprattutto femministe le vampire di “We are night”, il film di Dennis Gansel (già regista del discusso “L’Onda”) che ieri sera ha ufficialmente aperto il concorso della ventesima edizione del Courmayer Noir in Festival.

Appena uscito con grande successo e clamore sugli schermi tedeschi e salutato come rivelazione dell’anno all’American Film Market di Los Angeles, “We are night” è lo spettacolare racconto, ambientato a Berlino, di quattro delle 100 vampire sparse per il mondo, uniche sopravvissute dopo aver sterminato tutti i colleghi di sesso maschile. Crudeli soprattutto con gli uomini, dal quale si guardano bene di innamorarsi per non mettere a rischio la specie, il film è anche la storia di un amore non corrisposto: quella tra la giovane e sbandata Lena e la sua “convertitrice”, la bionda e bellissima, seppur centenaria, Louise, proprietaria di un club underground il cui piatto forte sono i cicchetti di sangue.

Altro film in concorso passato ieri è “A somewhat Gentle man” di  Hans Petter Moland, storia paradossale di un uomo quieto e gentile che cerca una micidiale vendetta privata.

Nel pomeriggio protagonista è stato Giorgio Faletti, che nella sezione letteraria del festival ha inaugurato la mostra fotografica ideata da Marina Fabbri e realizzata da Francesco Galli “Privacy – Ritratti segreti” dedicata agli scrittori italiani del noir, e presentato il suo ultimo libro “Appunti di un venditore di donne”, già in testa alle classifiche insieme a quello di Umberto Eco. Ambientato a Milano nel 1978, durante il sequestro Moro, il romanzo racconta la storia di  un uomo cinico che fa affari sporchi, finché un giorno l’affare diventa più grande di lui…

Ad aprire ufficialmente la 20° edizione, ieri sera, è stato il direttore artistico Giorgio Gosetti che, dopo un brindisi con tanto di torta a tema ed una presentazione di routine, ha chiamato sul palco uno degli ospiti più attesi della kermesse: Michael Winterbottom, arrivato per presentare il suo “The killer inside me”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here