Home Eventi Bari Bif&st 2012: “Io Sono Li” e “Là-Bas” vincono a Bari. Pandolfi e...

Bif&st 2012: “Io Sono Li” e “Là-Bas” vincono a Bari. Pandolfi e Piccoli migliori attori.

CONDIVIDI

E’ stato il pubblico, il pubblico di Bari, della Puglia e quello venuto da altre regioni e da altri Paesi, il vero protagonista dell’edizione 2012 del Bif&st – Bari International Film Festival 2012. Soddisfatti per questa terza edizione il presidente Ettore Scola e il direttore artistico Felice Laudadio.

La giuria della sezione ItaliaFilmFest/Opera prima – composta dai registi Edoardo Winspeare (presidente), Alessandro Piva e Maurizio Sciarra – ha assegnato il Premio Opera Prima Francesco Laudadio al film “Là-Bas – Educazione Criminale” diretto da Guido Lombardi.

La giuria del pubblico per la sezione Panorama internazionale – composta da 50 spettatori e presieduta da Stefano Bronzini – ha assegnato il Premio Internazionale Bif&st 2012 al film “Atmen” di Karl Markovics (Austria).

La giuria internazionale della sezione ItaliaFilmFest/Lungometraggi composta da 5 critici stranieri: Klaus Eder (presidente), Noura Borsali, Olga Klingenberg, Paulo Portugal e Pablo Utin, al motto “la critica internazionale giudica il cinema italiano” ha assegnato i seguenti riconoscimenti:

Premio Roberto Perpignani per il miglior montatore a Giogiò Franchini per il film “Il gioiellino” di Andrea Molaioli;

Premio Dante Ferretti per la migliore scenografia a Paola Bizzarri per il film “Habemus Papam” di Nanni Moretti;

Premio Giuseppe Rotunno per il miglior direttore della fotografia a Luca Bigazzi per i film “Io solo Li” di Andrea Segre, “This Must Be the Place” di Paolo Sorrentino e “Il gioiellino” di Andrea Molaioli;

Premio Ennio Morricone per il miglior compositore delle musiche ad Andrea Morricone per il film “L’industriale” di Giuliano Montaldo e Vera Pescarolo Montaldo;

Premio Vittorio Gassman per il miglior attore protagonista a Michel Piccoli per il film “Habemus Papam” di Nanni Moretti;

Premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista a Claudia Pandolfi per il film “Quando la notte” di Cristina Comencini;

Premio Tonino Guerra per la migliore sceneggiatura a Fabrizio Cattani e Grazia Verasani per il film “Maternity Blues” di Fabrizio Cattani;

Premio Mario Monicelli per il miglior regista ad Emanuele Crialese per il film “Terraferma”;

Premio Franco Cristaldi per il produttore del miglior film a Francesco Bonsembiante per il film “Io Sono Li” di Andrea Segre con la seguente motivazione: “Il Premio Franco Cristaldi al miglior lungometraggio italiano viene assegnato ad un film profondamente umano che con delicatezza narra di come due solitudini provenienti da due diverse culture, incontrandosi, restituiscano significato ciascuna alla vita dell’altro. Intendiamo ringraziare il regista Andrea Segre perché il suo film è stato “come un mare che entra nei laghi dei nostri cuori”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here