Home Newsletter Torino Film Festival 2013: un’edizione lunga 185 film per il debutto di...

Torino Film Festival 2013: un’edizione lunga 185 film per il debutto di Paolo Virzì

CONDIVIDI

In concorso due italiani: “La mafia uccide solo d’estate” di Pif e “Il treno va a Mosca” di Federico Ferrone e Michele Manzolini

La 31esima edizione del Torino Film Festival “è un film lungo 185 film” selezionati su un totale di 4 mila titoli visionati tra corti, medio e lungometraggi. Così lo definisce Paolo Virzì, alla sua prima direzione artistica del TFF, che si svolgerà dal 22 al 30 novembre.

46 anteprime mondiali, 25 internazionali e 5 europee.
Tra i 14 film in concorso (di cui tre francesi e due italiani): l’opera prima di Pif “La mafia uccide solo d’estate”; “Il treno va a Mosca” di Federico Ferrone e Michele Manzolini, realizzato con filmini girati nel 1957 al festival mondiale della gioventù in Russia; “Sao Karaoke” (Karaoke Girl), ritratto di un escort 23enne che mescola documentario e finzione; la commedia politica “Red family” (prodotta da Kim Ki-duk) sullo strappo tra Corea del nord e del sud; “2 automnes 3 hivers”, storia d’amore scanzonata e malinconica tra due trentenni durante lo scorrere delle stagioni.
Presidente della giuria lo sceneggiatore messicano Guillermo Arriaga (“Amores Perros”, “21 grammi” e “Babel”).

Per Festa Mobile l’omaggio, già annunciato, a Federico Fellini con l’anteprima restaurata di “8 e mezzo”, l’anteprima del nuovo film di Carlo Mazzacurati “La sedia della felicitá” con Isabella Ragonese e Valerio Mastandrea, l’acclamato “Frances Ha” (che Quentin Tarantino ha annoverato tra i suoi 10 film preferiti dell’anno), l’ultimo film di James Gandolfini “Enough said”, ma anche film visti all’ultimo Festival di Cannes come “All is lost”, il dramma solitario con Robert Redford in mezzo al mare, “Inside Llewyn Davis” dei fratelli Coen e “Only lovers left alive” con Tilda Swinton e Tom Hiddleston nei panni di due vampiri che lottano per la sopravvivenza nell’odierna Detroit.

In anteprima verrà presentato, in Festa Mobile Europop, anche l’esordio alla regia di Claudio Amendola “La mossa del pinguino” con Edoardo Leo, Ricky Memphis, Francesca Inaudi ed Ennio Fantastichini.

Il Premio alla Carriera Maria Adriana Prolo sarà assegnato all’attrice Piera Degli Esposti che, per l’occasione, presenterà l’anteprima nazionale del film “Tutte le storie di Piera”, scritto e diretto da Peter Marcias. Ospite speciale del festival sarà Elliot Gould (“M*A*S*H”, “Quell’ultimo ponte”, “Capricorn One”, “Il mistero della signora scomparsa” e “Il lungo addio”).

Tra le novità di quest’anno la sezione After Hours con proiezioni di film di genere o molto particolari che si svolgono intorno a mezzanotte.

Ad aprire il 31° TFF, il 22 novembre, è il film “Last Vegas” con un quartetto d’eccezione composto da Robert De Niro, Michael Douglas, Morgan Freeman e Kevin Kline; a chiudere, il 30 novembre, “Grand Piano” con Elijah Wood e John Cusack.

Le date ravvicinate con il Festival Internazionale del Film di Roma sono un problema? “Non lo temo, e spero vada bene – dice Virzì – fui il primo a sfilare sul red carpet insieme a Monica Bellucci nel 2006”. “C’è qualcosa che non va nella politica culturale del nostro paese se film come ‘The artist’ e ‘Una separazione’ hanno successo all’estero e non da noi. I festival servono – conclude Virzì – a dire e mostrare alle persone che c’è qualcosa di diverso dai soliti film visti in sala e a dare una possibilità a un altro cinema”.

Per informazioni clicca sul sito del Torino Film Festival http://www.torinofilmfest.org/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here