Home Eventi Courmayeur Courmayeur Noir Festival 2013: un edizione sotto il segno del venerdì 13

Courmayeur Noir Festival 2013: un edizione sotto il segno del venerdì 13

CONDIVIDI

Sarà un’edizione sotto il segno di venerdì 13, la XXIII del Courmayeur Noir in Festival, che si svolgerà dal 10 al 15 dicembre 2013 diretta, anche quest’anno, da Giorgio Gosetti e Marina Fabbri. Una data da sempre cara ai cultori dell’horror, che quest’anno coincide con il 13 dicembre, data della festa più importante per gli scandinavi, la sera di Santa Lucia. Quel giorno sarà dedicato allo scrittore svedese Henning Mankell, che sarà al Festival del Noir per ritirare il Raymond Chandler Award, che da oltre un ventennio premia i più grandi maestri del genere. L’autore a lungo inseguito, come confessano gli organizzatori, è considerato il padre del noir scandinavo e molto apprezzato in territorio britannico per il personaggio del Commissario Wallander, diventato, grazie a Kenneth Branagh, protagonista di una serie della BBC.

Per quanto riguarda gli appuntamenti cinematografici, ad inaugurare una selezione ufficiale di 13 titoli, sarà “Devil’s Knot” di Atom Egoyan, che torna a dirigere Colin Firth in una storia di brutalità, mistero e infanzia rubata. Da segnalare anche l’attesissimo “The Counselor” di Ridley Scott, il nuovo thriller di Denis Villeneuve “Enemy”, “Blind Detective” di Johnnie To e “L’angelo della morte” di Lucìa Puenzo, presentato dall’Argentina ai prossimi Oscar. Parlano italiano, invece, i film di Augusto Zucchi, “La voce” con Rocco Papaleo, di Ferdinando Vicentini Orgnani, “Vinodentro” con Giovanna Mezzogiorno, e di Stefano Incerti, “La Neve”.

Previsti anche degli eventi, fra cui il film d’animazione “Piovono polpette 2” e “Lo Hobbit – La desolazione di Smaug”, secondo capitolo cinematografico della saga de “Lo Hobbit” che sarà proiettato al termine di una maratona in cui si potrà rivedere il precedente film. Non ci sarà in questa edizione 2013 la sezione dedicata ai documentari.

Passando alla letteratura a presentare i loro libri ci saranno Roberto Cotroneo, Assaf Gavron e Jean-Christophe Grangé ed Enrico Vanzina, che esordisce nel giallo con un romanzo ambientato nelle periferie romane.

Il tema dell’anno è intitolato “Le Mani sulla città”, e sarà un viaggio alla scoperta dei nuovi padroni criminali dell’economia italiana attraverso le sue maggiori città, Roma e Milano. Prendendo spunto dal racconto di Carlo Bonini e Giancarlo De Cataldo per un verso, e da quello di magistrati e giornalisti milanesi sulla conquista criminale dell’Expo 2015 per l’altro, il giornalista e scrittore Gaetano Savatteri proporrà una nuova tappa di quella ricognizione tra storia, cronaca e immaginario che ogni anno il festival dedica all’Italia dei misteri.

Al tema dell’anno è dedicato il manifesto dell’edizione 2013, una suggestiva metropoli fantascientifica firmata dall’artista fiorentino Giacomo Costa.

Per maggiori informazioni: www.noirfest.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here