Home Newsletter “I Topi”, seconda stagione da oggi su RaiPlay e dal 18 aprile...

“I Topi”, seconda stagione da oggi su RaiPlay e dal 18 aprile su Rai 3

CONDIVIDI
Serie in sei puntate scritta, diretta e interpretata da Antonio Albanese. Nel cast anche Nicola Rignanese, Lorenza Indovina, Michela De Rossi, Andrea Colombo, Clelia Piscitello, Tony Sperandeo.

Credit: Claudio Iannone

“I Topi – Seconda Stagione”, serie in sei puntate scritta, diretta e interpretata da Antonio Albanese, è disponibile in esclusiva su RaiPlay da oggi, venerdì 3 aprile, e andrà in onda su Rai 3 dal 18 aprile.

Antonio Albanese torna ad animare il personaggio di Sebastiano, che ha portato con successo su Rai 3 il racconto della mafia in chiave comica. Nel cast anche Nicola Rignanese, Lorenza Indovina, Michela De Rossi, Andrea Colombo, Clelia Piscitello, Tony Sperandeo.

Una coproduzione Rai Fiction – Wildside, prodotta da Mario Gianani e Lorenzo Mieli per Wildside, parte di Fremantle, in collaborazione con Direzione Produzione Tv – Centro Produzione Rai di Torino.

La prima stagione si è chiusa con l’improvvisa e rocambolesca fuga di Sebastiano e zio Vincenzo aiutati dal fidato U Stuorto. I tre, dopo un lungo viaggio, sono arrivati al mare, ma per non essere raggiunti dalla Polizia che affannosamente li insegue devono rientrare al più presto nella rete di cunicoli. La seconda stagione riparte proprio da qui, dall’avventurosa ricerca di un nuovo rifugio sotterraneo. E sin da subito è chiaro a tutti che non sarà semplice. Lontani dall’amata famiglia, rimasta a vivere nella storica bifamiliare alla periferia di Milano piantonata giorno e notte dai poliziotti, i nostri latitanti dovranno superare molti ostacoli: dalla convivenza forzata con “colleghi” intolleranti al russare dello zio Vincenzo all’incontro con una spumeggiante drag queen. Dopo tante delusioni riusciranno nell’impresa. Sebastiano potrà quindi riprendere il controllo della sua famiglia: dissuaderà – e non con le buone – un ignaro corteggiatore a stare lontano da sua moglie Betta, diventata vedova per copertura; informato che sua figlia è in dolce attesa, agirà in incognito costringendo l’aristocratico fidanzato a sposarla. Infine, il suo più caro amico U Stuorto lo sorprenderà fino a sconvolgerlo!

Eleonora Andreatta, direttore di Rai Fiction, dichiara: “Dopo il successo della prima stagione di Topi, una serie da 30′ ideata, diretta e interpretata da Antonio Albanese, Rai Fiction insieme a Wildside ha aderito con entusiasmo all’idea di creare per Rai 3 e RaiPlay una seconda serie che affronta in modo comico e dissacrante il tema della mafia. Un esperimento che continua nel segno paradossale e sulfureo di Antonio Albanese e spero possa portare un sorriso in questi giorni duri e difficili. Il pubblico ha accolto l’idea di Antonio Albanese di rovesciare la prospettiva sulla mafia, scardinare certi cliché e sprofondarla in un sottomondo dove i criminali vivono segregati, prigionieri delle loro paure e della loro ignoranza, condannati a mettere in scena la caricatura di se stessi. Abbiamo amato il coraggio e la provocazione irresistibile di un autore/attore che conferma la qualità dissacrante che può raggiungere la comicità e dunque la sua irriverente verità. Tornano con lui, con Sebastiano Parrini, i personaggi che conosciamo con un cast di altissimo profilo. E altri se ne aggiungono, in un gioco tra sotto e sopra che, rispetto alla prima serie, abbiamo voluto rafforzare con una nuova densità di intrecci e di approfondimento dei legami famigliari, Carmen che resta incinta, Sebastiano roso dalla gelosia per Betta, e costretto a un’operazione. Ed è un motivo di grande soddisfazione aver svolto tutta la lavorazione nel CPTV di Torino che ancora una volta ha dimostrato l’eccellenza dei nostri colleghi, delle sue maestranze, a tutti i livelli, e un’encomiabile capacità di collaborazione”.

Mario Gianani, Amministratore Delegato di Wildside, dichiara: “Con ‘Topi’ Antonio ci fornisce uno sguardo sul mondo criminale unico, divertente e crudele, lontano da ogni tentazione di mitizzazione del modello e proprio per questo ancora più realistico. Antonio è un grande interprete e utilizza la comicità per raccontare la società anche nei suoi anfratti più nascosti. Siamo grati alla Rai per aver creduto nella serie incoraggiando una creatività libera di sperimentare in termini di linguaggio e di rappresentazione”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here