Home Film consigliati Risate di gusto con “Chef”

Risate di gusto con “Chef”

CONDIVIDI

Una raffinata commedia ai fornelli per la coppia Jean Reno e Michael Youn, distribuita in Italia dalla Videa dal prossimo 22 giugno.

Alexandre Lagarde è un cuoco stanco del suo successo e annoiato dal suo talento che incontra Jacky, giovane chef ancora pieno di entusiasmo. Proprio questo entusiasmo però gli fa perdere costantemente i lavori che trova a causa della sua esuberanza creativa e coercitiva nell’inculcare il culto del cibo ai suoi clienti. Costretto ad accettare un lavoro da operaio per mantenere la sua famiglia Jacky incontra così il suo idolo Alexandre, che offre al giovane la possibilità di uno stage all’interno del suo ristorante di punta. Alla base di questo incontro si svilupperanno e mischieranno gli ingredienti tipici della commedia: romanticismo, humour e, in questo caso, nouvelle cousine.

Il film ha come perno centrale la coppia di interpreti e il suo contesto realistico, dato che il regista Daniel Cohen ha ritenuto più opportuno insegnare a degli chef professionisti come si sta davanti ad una telecamera piuttosto che insegnare a degli attori le tecniche dell’alta cucina francese

Basandoci sulla cinematografia moderna l’assonanza cucina francese-cinema non può non farci pensare a “Ratatouille”, divenuto già un classico del cinema d’animazione. Le atmosfere dense e affascinanti delle cousine, l’amore per il cibo e la dedizione dei grandi chef sono infatti temi ricorrenti che accomunano i due protagonisti (nonostante le evidenti differenze fisiche!).

Uno scontro incontro fra due generazioni di cucinieri, e un’analisi sulla contrapposizione tra la ristorazione di massa e l’arte culinaria, danno a “Chef” un gusto amabile, ma deciso.

Il film esce nelle sale il 22 giugno 2012, distribuito in Italia dalla Videa.

Alcuni commenti della critica:

“Tipica rappresentazione di un cinema ‘da asporto’, facile e veloce da consumarsi, Chef, al contrario di quanto racconta, preferisce i gusti semplici agli accostamenti arditi, i sapori edulcorati a quelli veraci. E si accompagna rigorosamente con un bicchiere d’acqua fresca”.
Edoardo Becattini, MYmovies.it

“Il film di Cohen non presenta pretese da commedia raffinata o ambizioni particolari, limitandosi a intrattenere con leggerezza e mestiere e affidandosi alla chimica tra i suoi due, simpatici, interpreti”.
Marco Minniti, Movieplayer.it

“(…) è sui duetti tra i due protagonisti che sembra puntare principalmente Cohen; il quale non esita neppure a farli travestire da giapponesi nel corso dei circa ottantaquattro minuti di visione la cui semplice struttura non prevede altro che una sequela di sketch (…) Per un insieme leggero (anzi, leggerissimo) e sufficientemente divertente che vede i buoni sentimenti e l’allegria sempre pronti a spuntare da dietro l’angolo… rivelandosi per lo più adatto, magari, proprio a coloro che non hanno disprezzato le citate avventure culinarie del piccolo schermo di Tirabassi e Bentivoglio”.
Francesco Lomuscio, FilmUp.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here