Home Newsletter Valentina Lodovini e Alessandro Preziosi vittime di una travolgente “Passione Sinistra”

Valentina Lodovini e Alessandro Preziosi vittime di una travolgente “Passione Sinistra”

CONDIVIDI
Video interviste a Valentina Lodovini, Geppi Cucciari, Vinicio Marchioni e Marco Ponti.

Possono due persone diametralmente opposte, sia caratterialmente che ideologicamente, finire per l’innamorarsi l’uno dell’altra nonostante le evidenti ed inconciliabili differenze? “Passione Sinistra” dimostra che sì, è possibile secondo la vecchia teoria per cui gli opposti si attraggono.

Nina e Giulio sono quanto di più diverso si possa immaginare: lei idealista, di sinistra, che lotta per un mondo migliore; lui arrogante, ricco e di destra. Lei fidanzata da anni con uno giovane scrittore da cui vuole un figlio; lui impegnato con una bella ma sciocca ventenne sempre con la testa tra le nuvole. Non appena si conoscono è odio a prima vista ma un’inquietante passione, “passione sinistra” come la definisce Nina, li travolgerà assieme a tutte le loro certezze.
Liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Chiara Gamberale, il film, diretto da Marco Ponti (“Santa Maradona”, “A/R Andata + Ritorno” e “Cardiofitness”), è interpretato da Valentina Lodovini, Alessandro Preziosi, Vinicio Marchioni, Geppi Cucciari ed Eva Riccobono (questi ultimi tre interpreti dei momenti migliori del film e con una Riccobono misurata ed autoironica).
Fanno parte del cast anche Rosabell Laurenti Sellers, Jurij Ferrini e Glen Blackhall.

La storia non è delle più originali, ma a gravare sono i chili di qualunquismo e stereotipi (solo a tratti ironici) che ingabbiano i personaggi principali in figurine monodimensionali cui vengono appiccicate delle etichette da radical chic e arrogante ricco borghese. A guardarle torna in mente la canzone di Giorgio Gaber “Destra-Sinistrae se una volta ad essere di destra erano la minestrina e il culatello e di sinistra il minestrone e la mortadella, oggi lo sono, rispettivamente, sushi e kebab.
“Tutti noi ce la prendiamo con la storia ma io dico che la colpa è nostra, è evidente che la gente è poco seria quando parla di sinistra o destra”. Parole sante caro Giorgio, anche nel 2013.

“Passione Sinistra” è nelle sale dal 18 aprile distribuito da 01.

CURIOSITA’: nel film appare in un cameo il giornalista Marco Travaglio.

Valentina Lodovini, Geppi Cucciari, intervista, Passione sinistra, RB Casting

Vinicio Marchioni, Marco Ponti, intervista, Passione sinistra, RB Casting

ALCUNI COMMENTI DELLA CRITICA:

Valerio SammarcoCinematografo.it
Il qualunquismo sentimental-politico abita qui. Il ritorno sottotono di Marco Ponti, nove anni dopo A/R Andata + Ritorno.

Federico Gironi, ComingSoon.it
Con la scusa pretestuosa di non voler parlare realmente di politica, e di voler semplicemente raccontare la storia di uno scontro che presuppone un cambiamento, Passione sinistra costruisce la sua narrazione e i suoi personaggi sul terreno paludoso e instabile rappresentato da un guazzabuglio di stereotipi vecchi, triti e spesso incoerenti gli uni con gli altri, o con i tempi che viviamo.

Paola Casella, MYmovies.it
Commedia sentimentale dalle venature sociopolitiche che subisce la seduzione della forma a scapito del contenuto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here