Home Film consigliati Provaci ancora Percy!

Provaci ancora Percy!

CONDIVIDI

Percy Jackson è tornato e dovrà salvare ancora una volta il mondo, e l’Olimpo!

Per tutti gli dei! Percy Jackson è tornato sul grande schermo con un vecchio compito (salvare l’Olimpo) in nuova (impervia) avventura.

Dopo aver sventato la minaccia di una guerra fra Ade e Zeus, Percy (interpretato da Logan Lerman) torna al campo mezzosangue insieme ai suoi inseparabili amici Annabeth (figlia di Atena) e Grover (il satiro).
Ma se pensate che un’impresa titanica faccia di te un “dio” tra gli adolescenti semidei…vi sbagliate di grosso!
Un po’ emarginato e un po’ “loser” Percy non riesce ad avere la meglio su Clarisse, la figlia del dio della guerra Ares, e torna ad essere il classico adolescente “sfigato” ed emarginato. Sconsolato e un po’ turbato il figlio di Poseidone verrà però a conoscenza di una profezia che lo riguarda direttamente, e per salvare nuovamente le sorti dell’umanità, e i suoi compagni semidei, partirà in una nuova impresa alla ricerca del Vello d’oro, in un mare di Mostri.

Troppo simile alla saga di Harry Potter, “Percy Jackson e gli dei dell’olimpo: Il mare dei mostri” risulta più lento e meno coinvolgente del precedente capitolo cinematografico. Il motivo principale di questo indebolimento è dipeso da una sceneggiatura meno curata e più farraginosa, con vuoti difficili da riempire nonostante l’uso massiccio di visual effects. Il 3D inoltre è quasi del tutto inutile, ad eccezione di alcune inquadrature in stile “montagne russe” che catapultano lo spettatore all’interno delle adrenaliniche riprese, tra vortici acquatici e rincorse mozzafiato.

Il terzo capitolo è già in fase di pre-produzione e, nonostante il calo di questo secondo film diretto da Thor Freudenthal, ci aspettiamo di più da una saga con un buon potenziale come quella di Percy Jackson. Soprattutto che si stacchi definitivamente dal filone Potteriano e assuma un’anima, e una voce, tutta sua.

Nelle sale dal 12 settembre, distribuito in Italia da 20th Century Fox.

Nel cast: Alexandra Daddario, Leven Rambin, Logan Lerman, Nathan Fillion, Stanley Tucci, Sean Bean, Jake Abel, Missi Pyle, Daniel Cudmore, Robert Maillet.

 _______________________________________________________________________

TRAILER

Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo: il mare dei mostri - trailer italiano

  _______________________________________________________________________

ALCUNI COMMENTI DELLA CRITICA:

Michael Rechtshaffen, Hollywood Reporter
(…) circa 10 minuti più breve rispetto al suo predecessore del 2010, manca la chiusura energetica della timonata Chris Columbus.

Peter Debruge, Variety
Un’epica vetrina per la mediocre CGI e frettolosa sceneggiatura.

Maurizio Porro, Il Corriere della Sera
Il sequel non trova l’originalità dell’impresa dei simpatici ragazzi “olimpici”. Dirige Tohr Freud (enthal): urge cambiare nome.

Alessandra Levantesi Kezich, La Stampa
Ed eccoci a Il mare dei mostri, secondo capitolo delle avventure di Percy Jackson che, essendo figlio di Poseidone e una mortale, nella mitologia greca sarebbe definito un semidio; mentre nella saga best seller di Rick Riordan è chiamato «mezzosangue», tanto per far sì che i fan di Harry Potter, il target cui punta la serie, si sentano subito a casa (…) il film ruba trovate qua e là, da Harry Potter allo spielberghiano I predatori dell’arca perduta; e Thor Freudenthal non ha la verve di Chris Columbus, regista del primo episodio. Tuttavia ci sono divertenti, immaginifiche scene marinare con ippocampi che volano sulle acque, oceani in tempesta e voragini che si aprono sugli abissi; i ragazzi sono simpatici e Tucci è un Dionisio godibilissimo.

Francesco Alò, Il Messaggero
Il primo era carino. Questo è bello.

Massimo Bertarelli, il Giornale
Simpatico fumettone fantasy, potabile tutto sommato, adatto a un pubblico di giovani, anche se i più piccoli in qualche scena potrebbero spaventarsi.

Gabriele Niola, MYmovies.it
Il vero problema del film però pare proprio il nuovo regista, Thor Freudenthal. Con un immaginario da serie televisiva anni ’90 a basso budget, un impianto realizzativo al di sotto del livello qualitativo auspicabile e decisamente una bassa abilità nel raccordare scene e momenti topici, il secondo film di Percy Jackson non riesce nemmeno ad essere piacevolmente banale come quello di Columbus ma arranca nel mettere insieme i momenti epici con quelli sentimentali con quelli drammatici e, cosa forse ancor più grave visto il genere, fonde male computer grafica, effetti pratici, trucco e protesi, creando così un mondo fantastico implausibile dai riferimenti eterogenei e mal amalgamati.

Tiziana Morganti, Movieplayer.it
Seguendo in perfetto ordine cronologico l’opera letteraria di Riordan, il regista Thor Freudenthal porta sul grande schermo una nuova avventura di Percy Jackson in cui la mitologia, ancora una volta, si modernizza e commercializza ad uso e consumo del pubblico più giovane.

Antonio Bracco, ComingSoon.it
(…) è sempre la sceneggiatura a rimanere il punto debole. Quella di Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo: il Mare dei Mostri pecca su tre elementi. La ricerca di un agonismo tra semidei, come accadeva tra Annabeth e Percy, è affidata al nuovo personaggio di Clarisse, interpretato da Leven Rambin. I loro scambi sono compromessi dall’estenuante serie di battute che lei gli rifila con lo scopo di umiliarlo, come se fosse un semidio qualunque e non il figlio di Poseidone che ha già salvato l’Olimpo una volta. In secondo luogo la storia procede a compartimenti come se fosse un gioco da tavolo. Si tirano i dadi e si va dal punto A al punto B. Un altro tiro per andare da B a C. E così via fino alla risoluzione finale. Il terzo elemento è l’ironia, diluita sulla totalità dei personaggi che vengono così sacrificati in personalità e spesso se ne abusa anche in quelle sequenze che dovrebbero regalare un minimo di tensione narrativa. Anche il terzetto di protagonisti, Brandon T. Jackson e Alexandra Daddario oltre a Lerman, soffre per l’ingresso dei numerosi nuovi personaggi. La sequenza più riuscita è quella del taxi con le tre autiste prive di occhi che sembra uscita da un film di Harry Potter.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here