Home Film consigliati Cate Blanchett chic e alcolizzata in “Blue Jasmine”

Cate Blanchett chic e alcolizzata in “Blue Jasmine”

CONDIVIDI

Al cinema dal 5 dicembre il nuovo film di Woody Allen

Che la vita sia una tragedia Woody Allen va ripetendolo da anni nella sua ormai quarantennale carriera, al punto da essere uno dei temi cardine del suo pensiero, ma con “Blue Jasmine” il regista newyorkese sottolinea questa sua convinzione firmando uno dei suoi film più amari.
Jasmine è una donna bella e di classe, abituata dal facoltoso marito ad una vita lussuosa e confortevole. Quando lui finisce in prigione a causa di una truffa finanziaria, Jasmine si ritrova senza un soldo ed è costretta a vivere con la sorellastra, che conduce una vita più umile e disordinata. Alternando mise chic a momenti di depressione alcolica, Jasmine cerca con fatica di ricominciare ma le bugie, dettate dall’orgoglio, impediranno il suo percorso di rinascita.
A dar volto alla protagonista è una magnifica Cate Blanchett, affiancata da un’efficace Sally Hawkins, nei panni della sorella, e da Alec Baldwin in quelli del disonesto marito.

Jasmine è un personaggio da tragedia greca o shakespeariana, incapace di ricostruire sé stessa dopo la fine di una vita solo apparentemente perfetta e completamente affidata ad un uomo ma anche quella della sorella, sebbene più modesta, non è una personalità esemplare, incapace di stare da sola anche a costo di avere accanto un uomo sbagliato. Che abbiano delle ambizioni o meno, che vivano a Manhattan o a San Francisco, in un ambiente chic o popolare, queste donne insomma sembrano non avere via di scampo, intrappolate in loro stesse e senza possibilità di evolversi o adattarsi in maniera determinante e coraggiosa ai cambiamenti delle loro vite.

Un film ironicamente triste (come recita lo stesso titolo) ma certamente uno dei migliori nell’altalenante produzione di Woody Allen che, a quasi 80 anni, è ancora capace di regalarci opere degne di nota.

“Blue Jasmine” è al cinema dal 5 dicembre distribuito da Warner Bros.

_______________________________________________________________________

Trailer

_______________________________________________________________________

Alcuni commenti della critica:

Independent
Ogni due o tre anni si sente qualcuno affermare che Woody Allen è tornato alla forma dei tempi migliori. Ormai è diventato un cliché. Ma questa potrebbe essere la volta buona. Molta parte del merito è da attribuire a Cate Blanchett, la cui imponente interpretazione di Jasmine, una donna affascinante nel pieno di un esaurimento nervoso, è talmente riuscita da ipnotizzare lo spettatore.

The Guardian
Questo è un vero film di Woody Allen, di quelli che un tempo aspettavamo, davamo per scontati, e che ora pensavamo di non poter più vedere. Dopo la contraddittoria esperienza europea, Allen ha prodotto un film eccezionale, soddisfacente e coinvolgente.

Justin Chang, Variety
Un carnoso dramma pienamente realizzato che funziona abilmente sia come un aggiornamento di “Un treno chiamato desiderio” e una satira su One Percent in eccesso.

Todd McCarthy, Hollywood Reporter
Cate Blanchett è nevroticamente d’oro in un altro personaggio femminile memorabile di Woody Allen.

Maurizio Porro, Corriere della Sera
(…) Nel 47mo nuovo bellissimo, amarissimo film di Woody che si collega ai crimini e misfatti soprattutto morali del suo miglior lato drammatico. (…) Woody raggiunge una straordinaria armonia nel raccontare la verosimile storia di una vita a due punte, tra presente e passato, un ping pong di esattezza e tempismo tra l’alta società di Manhattan e i poveri sempre più poveri, un confronto di due volgarità, una sofisticata e una naturale.

Maurizio Acerbi, il Giornale
(…) dopo il pessimo To Rome with Love, Allen abbandona i film cartolina per ritornare a raccontare una grande storia di donne. Se il film eccelle, però, è grazie alla strepitosa Cate Blanchett, splendida alienata sul viale del tramonto.

Alberto Crespi, l’Unità
Cate Blanchette al di là di ogni aggettivo: gigantesca.

Federico Pontiggia, Cinematografo.it
(…) Blue Jasmine è uno degli Allen migliori da Pallottole su Broadway (…).

Marianna Cappi, MYmovies.it
Uno scambio d’eccezione tra il regista e la sua musa, un personaggio femminile gigantesco.

Domenico Misciagna, ComingSoon.it
(…) Blue Jasmine è uno dei film più spietati che Woody Allen abbia mai realizzato (…)

_______________________________________________________________________

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here