Home Film consigliati “Anime Nere”: il ritratto di una famiglia criminale che ha conquistato Saviano

“Anime Nere”: il ritratto di una famiglia criminale che ha conquistato Saviano

CONDIVIDI

Video interviste a Marco Leonardi, Peppino Mazzotta, Fabrizio Ferracane, Barbora Bobulova e al regista Francesco Munzi

ANIME-NERE-37373

Dopo essere stato uno dei film più apprezzati dalla critica internazionale alla recente Mostra del cinema di Venezia, dov’era in concorso, arriva nelle sale “Anime Nere”, diretto da Francesco Munzi (già regista di “Saimir” e ” Il resto della notte”).

La storia è quella di tre fratelli, figli di pastori, vicini alla ‘ndrangheta. Il più giovane, Luigi è un trafficante internazionale di droga, Rocco ormai da molti anni a Milano, è uno stimato imprenditore grazie ai soldi sporchi del primo. Infine Luciano il più grande, è rimasto nella terra natia e porta avanti il lavoro paterno. Quando suo figlio, il ventenne Leo, compie un atto intimidatorio contro un bar protetto da un clan rivale, si scatenano una serie di tragici eventi.

Nel cast Marco Leonardi, Peppino Mazzotta, Fabrizio Ferracane, l’esordiente Giuseppe Fumo, Anna Ferruzzo e con la partecipazione di Barbora Bobulova.

Liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Gioacchino Criaco, il film è frutto di un lungo lavoro costato tre anni tra la realizzazione della sceneggiatura (scritta dal regista con lo stesso Criaco, Fabrizio Ruggirello e Maurizio Braucci), sopralluoghi e casting in tutta la provincia di Reggio Calabria.

Pur rientrando nel filone crime, “Anime Nere” trova un suo stile: freddo, essenziale, dal ritmo lento e con una violenza non eclatante che esplode in maniera graduale. Anche Roberto Saviano promuove il film che secondo lui mostra  “La Calabria come metafora di potere. ‘Anime Nere’ è un film necessario per guardare in volto, finalmente, ciò che sino ad ora è stato ignorato”.

Al cinema dal 18 settembre distribuito da Good Films.

_______________________________________________________________________

Le nostre VIDEO INTERVISTE a Francesco Munzi, Barbora Bobulova, Marco Leonardi, Peppino Mazzotta e Fabrizio Ferracane, realizzate da Marilena Vinci durante alla 71. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. 

__________________________________

Francesco Munzi

__________________________________

MarcoLeonardi e Fabrizio Ferracane

__________________________________

Barbora Bobulova e Peppino Mazzotta

_______________________________________________________________________

 TRAILER

_______________________________________________________________________

POSTER

ANIME-NERE-POSTER-LOCANDINA-29161

_______________________________________________________________________

ALCUNI COMMENTI DELLA CRITICA

Maurizio Porro, Corriere della Sera
Eccezionale, potente, etico racconto che vive nell’antropologia psicosomatica di voci, volti, luoghi d’Aspromonte, tornando alle radici ancestrali del Male, una denuncia straordinaria, con un cast eccellente.

Alessandra Levantesi Kezich, La Stampa
Pur uscito dall’agone senza premi, Anime nere ha avuto ottima accoglienza al Lido. Un successo meritato per il regista Francesco Munzi che, ispirandosi al libro del calabrese Gioacchino Chiarco (ed. Rubettino), ha messo in scena un asciutto melò familiare con l’occhio al modello di certo nostro grande cinema, dal viscontiano Rocco a Tre fratelli di Franco Rosi (…) Tuttavia Munzi, nonostante qualche incertezza drammaturgica, si conferma cineasta interessante con un suo modo di ritagliare ambienti e di scrutare nel cuore nero degli uomini.

Massimo Bertarelli, il Giornale
Come può un film così avvincente, anche se molto cupo, finire in concorso alla mostra veneziana? (…) ottimi interpreti, tutti presi dalla fiction.

Natalia Aspesi, la Repubblica
(…) Gli attori, tutti meridionali, e alcuni abitanti di Africo, sono eccellenti, emozionanti, anche commoventi (…).

 

_______________________________________________________________________

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here