Home Film consigliati Il riscatto di Michael Keaton: da uomo pipistrello a uomo in volo...

Il riscatto di Michael Keaton: da uomo pipistrello a uomo in volo verso l’Oscar

CONDIVIDI

Dopo aver inaugurato l’ultima Mostra del cinema di Venezia e aver ottenuto ben 9 candidature agli Oscar, arriva nelle sale la black comedy di Alejandro González Iñárritu

Birdman-2014-1015

Dopo aver aperto l’ultima Mostra del cinema di Venezia, vinto 2 Golden Globe e ottenuto ben 9 candidature ai prossimi Oscar, arriva nelle sale “Birdman – O l’imprevedibile virtù dell’ignoranza”, il nuovo film di Alejandro González Iñárritu con uno splendido cast che, oltre a Michael Keaton nel ruolo del protagonista, include Edward Norton, Zach Galifianakis, Emma Stone e Naomi Watts.

TRAMA. Dopo aver raggiunto la popolarità nei panni di un supereroe dalle fattezze di uomo uccello, un attore sessantenne, Riggan Thomson, tenta di ricostruirsi un’immagine portando in scena uno spettacolo teatrale a Broadway. Deve continuamente scontrarsi, però, con l’amico produttore, la figlia fresca di rehab, e, soprattutto, con la difficile gestione del nuovo arrivato, attore talentuoso ma uomo impossibile. A queste difficoltà si aggiunge una temibile critica teatrale decisa a stroncarlo ancor prima di vedere la pièce. C’è qualcuno poi di cui Riggan non riesce proprio a liberarsi: Birdman (ossia il suo ego), che lo tenta di re-indossare la maschera per sentirsi, ancora una volta, vivo. L’attore è in bilico, non riesce a fare a meno dell’amore del pubblico ma ha bisogno di una legittimazione culturale, d’altronde “la fama è la cugina zoccola del prestigio” (cit.).

Dopo film come “Babel”, “21 Grammi – Il peso dell’anima” e “Amores Perros”, il regista messicano rinuncia alle trame incrociate ed esordisce nella commedia ma dimostra il suo virtuosismo tecnico girando in un unico, ardito piano sequenza tutto il film perché, come ha spiegato: “dopo tanti film drammatici, ovvero un miscuglio di chili messicano, volevo il dessert: desideravo mollare la mia zona comfort e provare a far ridere. Sono saltato in un altro genere, con una nuova troupe: ‘Birdman’ per me è un film sperimentale e inizialmente mi faceva paura”.

Tra realtà e messa in scena, Iñárritu mostra un flusso di sentimenti e situazioni in cui pesa come un macigno la popolarità (acquisita, perduta, nella realtà o sui social network) e restituisce luce ad una attore come Keaton, caduto nel dimenticatoio dopo aver indossato, come il suo protagonista, la maschera di un superore: quella del “Batman” di Tim Burton. “Birdman” è un film sugli attori, su quelli che danno anima e corpo al punto da riuscire a vivere solo sul palcoscenico (come il personaggio interpretato da Edward Norton) a quelli in cerca di riscatto, di una consacrazione che metta in luce il talento celato dalla celebrità. L’aspetto incredibile del film è però il lunghissimo piano sequenza in cui sembra essere girato, con un’ipnotica colonna sonora costruita praticamente solo con una batteria.

Candidato a prestigiosi premi Oscar, tra cui miglior film, regia, attore protagonista, attore e attrice non protagonista (Norton e Stone), “Birdman – O l’imprevedibile virtù dell’ignoranza” è al cinema dal 5 febbraio distribuito da 20th Century Fox.

_______________________________________________________________________

TRAILER

Birdman - O L'imprevedibile virtù dell'ignoranza | Trailer Ufficiale HD | 2014

_______________________________________________________________________

POSTER

BIRDMAN-Poster-Locandina-462726

_______________________________________________________________________

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here