Home Film consigliati La “Cenerentola” di Branagh

La “Cenerentola” di Branagh

CONDIVIDI

Arriva al cinema “Cenerentola” di Kenneth Branagh con Lily James, Richard Madden e Cate Blanchett

cenerentola-2827

Come reinventare il proprio brand nel corso degli anni e adattandolo alla moda del momento? Chiedetelo alla Disney che in questo campo è una vera maestra puntando sul riadattamento in chiave live action dei propri classici.

Questa volta tocca a “Cenerentola” e la regia è stata affidata a Kenneth Branagh, con una scelta, volutamente kitsch, delle ambientazioni della Parigi di fine Ottocento. Dai tetti del castello a l’utilizzo smodato dell’oro, il tutto reso possibile grazie alla maestria di Dante Ferretti. Cate Blanchett è indescrivibilmente brava, tanto che tifi spudoratamente per la Matrigna e di Cenerentola (interpretata da Lily James) salvi solo la gonna del vestito azzurro!

Personalmente mal tollero la storia, di una retorica imbarazzante, vincolato a un modello femminile vetusto e arcaico che mal si sposa con la mentalità contemporanea e soprattutto con il nuovo filone di eroine nate proprio in casa Disney (un esempio, fra gli altri, Elsa e Anna del pluripremiato e acclamato “Frozen”).

Da salvare, oltre a Richard Madden che abbandona il Nord di “Game of Thrones” per trasformarsi nel principe perfetto (che ha ancora voglia di andare ai matrimoni nonostante il triste epilogo del Red Wedding…), la scarpetta di cristallo. Da salvare non per la sua fattura regale ma per la capacità di adattarsi magicamente al piede della fortunata proprietaria. E Dio solo sa quanto è difficile per me trovare il mio numero (porto 44 ma non lo dite in giro). Con quella avrei risolto tutti i problemi.

“Cenerentola” è nelle sale dal 12 Marzo distribuito da The Walt Disney Company Italia in 600 copie.

cenerentola-36728

_______________________________________________________________________

ALCUNI COMMENTI DELLA CRITICA

Roberto Nepoti, la Repubblica
Grazie alla bontà appresa da mamma, e a un piede abbastanza piccolo da entrare nella scarpetta di cristallo, Ella detta Cenerentola dà scacco matto alla matrigna e sposa il Principe ereditario. Pare che la versione pensata da Mark Romanek, cui il film era destinato, fosse troppo dark. Lo è assai poco quella di Kenneth Branagh, che mette in scena la fiaba con toni e iconografia da operetta (belle le scenografie di Dante Ferretti).

Alessandra Levantesi Kezich, La Stampa
Nei secoli – passando da Perrault al cartone animato Disney e ora alla versione di Kenneth Branagh – la morale della favola è rimasta identica: nella vita a contare sono la gentilezza d’animo e il coraggio (con l’aiuto di un pizzico di magia). Branagh lo ribadisce più volte fino a farne un mantra, attenendosi al testo in spirito di fedeltà. Così, in una cornice di atemporalità vagamente ottocentesca, la scenografia è allestita con fiabesco gusto barocco dalla coppia da Oscar Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, il ballo si svolge a lume di mille candele e l’azzurro vestito di Cenerentola è tempestato di Swarovski come un cielo stellato. La fiaba è secondo tradizione, a parte due indovinate varianti: il peso conferito al personaggio della matrigna, una Cate Blanchett vestita da Sandy Powell in stile diva Anni 40, e la freschezza della storia d’amore, sottolineata dalla regia e dalla scelta degli interpreti Lili James e Richard Madden.

Peter Debruge, Variety 
Anche se questo sontuoso live action c. non potrà mai sostituire i classici disney, non è cmq nemmeno da considerare come la sua brutta “sorellastra”

David Rooney, Hollywood Reporter
Tutti i nostalgici dei sogni di trasformazione dell’infanzia troveranno qualcosa per divertirsi in un edificante film che investe di caldo sentimento i temi universali della sconfitta e della capacità di recupero, esperienza e maturità.

Peter Travers, Rolling Stone
Cate Blanchett è perfettamente meravigliosa. niente le ruba la scena, eccetto i costumi di s.p. e le scenografie di dante f. che sono di ogni tipo di meraviglia

Francesco Alò, Il Messaggero
Ecco una Cenerentola più modernista che moderna. La favola delle favole (…) assume un look art déco quando il veterano inglese Branagh modella la matrigna della mostra eroina sulle donne taglienti e glaciali dei quadri di Tamara de Lempicka (…) Insomma non è il capolavoro cartoon Disney del 1950 ma Branagh, ancora pop dopo il cinefumetto Thor del 2011, dimostra di non aver perso lo smalto dei suoi favolosi anni ’90.

Maurizio Acerbi, il Giornale
E’ il più bel film Disney degli ultimi anni, grazie alla regia superba di Branagh e a un cast azzeccato. Da bocca spalancata la sequenza che va dall’arrivo della fata madrina fino alla trasformazione della carrozza in zucca.

Alessandro De Simone, Cinematografo.it
Branagh e la sua versione shakespeariana di Cinderella: rispettosa e con una immensa Cate Blanchett

Antonio Bracco, ComingSoon.it
(…) il film di Branagh, oltre ad essere un buon intrattenimento educativo per i più piccoli, si permette di dare uno schiaffo agli adulti ricordando loro tutto ciò che hanno dimenticato.

Marzia Gandolfi, MYmovies.it
Branagh fornisce i suoi personaggi di una psicologia sfumata ed evoluta, mai passiva e pienamente consapevole

Maria Laura Ramello, BestMovie.it
(…) L’opera di Branagh è un ossimoro, al contempo classica e moderna. Sono moderni i personaggi, ma è classica la loro rappresentazione iconografica, è moderno il messaggio ma sono classici i termini che lo veicolano, è moderna la messa in scena ma sono classiche le scenografie di Dante Ferretti, i costumi di Sandy Powell e la musica di Patrick Doyle. Una centrifuga che permetterà allo spettatore di non sentirsi spaesato e di ritrovare tutti gli ingredienti della favola che conosce, ma allo stesso tempo innesterà – soprattutto nelle menti più giovani – l’idea che chi vuole si salva da solo. Poi certo, le scarpe di cristallo “davvero comode” – come dice la fata madrina – hanno aiutato. E solo noi ragazze possiamo davvero comprendere l’importanza di un tacco 12.

_______________________________________________________________________

TRAILER

_______________________________________________________________________

POSTER

CENERENTOLA-locandina-poster-2015

_______________________________________________________________________

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here