Home Speciali “Be My Voice”, tour in Italia

“Be My Voice”, tour in Italia

CONDIVIDI

La regista Nahid Persson e Masih Alinejad, giornalista e attivista, saranno protagoniste di una Masterclass con i ragazzi di Alice nella Città venerdì 4 marzo al Cinema Caravaggio di Roma

Be My Voice

Tucker Film e Pordenone Docs Festival – Le Voci dell’Inchiesta annunciano la presenza in Italia della regista Nahid Persson e della protagonista Masih Alinejad, giornalista e attivista, per il tour promozionale del documentario “Be My Voice”.

ROMA
Giovedì 3 marzo, ore 21.00, Cinema Quattro Fontane. Anteprima aperta al pubblico alla presenza di Nahid Persson e Masih Alinejad.
Venerdì 4 marzo, ore 14.00, Cinema Caravaggio. Nahid Persson e Masih Alinejad saranno protagoniste di una Masterclass con i ragazzi di Alice nella Città.

MILANO
Lunedì 7 marzo, ore 19.40, Anteo Palazzo del Cinema. La proiezione sarà preceduta dall’incontro con Masih Alinejad intervistata da Piera Detassis.

Masih Alinejad sarà presente anche alle anteprime pubbliche organizzate a FIRENZE (sabato 5 marzo), UDINE e PORDENONE (domenica 6 marzo), BOLOGNA (martedì 8 marzo).

Essere la voce di chi alla propria voce ha dovuto rinunciare. Essere il punto di connessione tra chi non può parlare e chi, invece, è libero di ascoltare. Questa è l’urgenza narrativa di “Be My Voice”, il nuovo documentario di Nahid Persson, regista iraniana naturalizzata svedese che racconta una donna, un popolo, una scelta. È la storia di Masih Alinejad, giornalista e attivista, diventata la voce delle donne iraniane nelle battaglie di civiltà.

Masih Alinejad è l’esempio per milioni di donne iraniane che si ribellano contro l’hijab forzato: guida uno dei più grandi atti di disobbedienza civile nell’Iran di oggi e usa la sua libertà in esilio per dare voce alla protesta nel suo paese d’origine. Una guerriera lontana dalla sua terra (oggi vive sotto protezione negli Stati Uniti) ma non dall’anima del suo Paese, che lotta da anni contro ogni limitazione dei diritti civili, per il rispetto delle donne. Masih rischia la vita e nemmeno una quotidianità così dolorosa e precaria basta a zittirla, usa quotidianamente i profili social per raccontare la propria battaglia, aggiornare i suoi connazionali e non solo – più di 6 milioni di persone la seguono su Instagram.

A portare “Be My Voice” nelle sale italiane sarà la Tucker Film insieme al Pordenone Docs Fest – Le Voci dell’Inchiesta, dove ha conquistato il Premio del Pubblico. La data scelta per l’uscita è, simbolicamente, lunedì 7 marzo, alla vigilia della Giornata Internazionale della Donna.

“Be My Voice” ha ottenuto il patrocinio di Amnesty International Italia.

“Questo documentario è un importante riconoscimento a chi, dall’esilio, non rinuncia ad agire in favore dei diritti umani ma soprattutto del coraggio di chi, dall’interno dell’Iran, come Yasaman Aryani e le altre compagne di lotta, mette a rischio il proprio futuro per ribadire un principio fondamentale: le leggi che obbligano a indossare o vietano di indossare capi d’abbigliamento sono contrarie ai diritti”. Riccardo Noury (portavoce Amnesty International Italia)

Link trailer

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here