Home Articoli “Vita” di Longoni a teatro e in libreria

“Vita” di Longoni a teatro e in libreria

CONDIVIDI

E’ uscito in libreria venerdì 5 ottobre “Vita – L’ultimo abbraccio” (Iacobelli Editore) di Angelo Longoni, autore, regista e sceneggiatore di numerosi film per la tv e testi teatrali.

“L’Italia, forse più di ogni altro paese occidentale, è il luogo della separazione netta dei concetti, delle idee e delle convinzioni in modalità di parte, spesso semplificate e superficiali – ha dichiarato Longoni – La realtà che viviamo sembra dipendere solo dall’azione di due principi opposti, tra cui esiste un contrasto insanabile a causa del quale finiamo per vedere il mondo solo in bianco o in nero senza riuscire a concepire altri colori o sfumature. Anche nelle recenti e tragiche vicende di Eluana Englaro e di Piergiorgio Welbi, il popolo italiano, insieme ai suoi rappresentanti politici, si è diviso in due metà contrapposte e incompatibili. Da una parte le accuse di assassinio, dall’altra quelle di tortura di corpi inermi e senza futuro. In mezzo a queste due posizione quasi il nulla. In VITA si racconta questo conflitto come se fosse interno ad una famiglia. Al centro una donna la cui esistenza si è sospesa a causa di un incidente stradale, vicini a lei il padre intenzionato a liberarla dallo stato vegetativo permanente nel quale giace e la madre invece ferma nel difenderne la vita in ogni caso e ad ogni costo. Due posizioni inconciliabili, esattamente come quelle di una popolazione che si è divisa in due metà, due genitori spezzati, due personaggi simbolo. Tre voci che compongono una partitura di sentimenti, di ricordi e di riflessioni, un flusso poetico che racconta la vita in tutte le sue espressioni: il dolore, la gioia e, soprattutto, l’amore”.

“Vita” di Longoni è inoltre in scena dal 5 al 14 ottobre 2012 al Teatro dei Conciatori di Roma. Protagonisti della pièce sono Pamela Villoresi (la madre), Emilio Bonucci (il padre) ed Eleonora Ivone (la figlia), attori affermati con alle spalle svariate esperienze nel mondo del teatro, della fiction e del cinema.

Angelo Longoni con “Vita” dimostra una spiccata sensibilità nell’affrontare un tema delicato e difficile come quello dell’eutanasia riuscendo a mantenere uno sguardo neutro sull’argomento trattato. Gli interpreti riescono a trasportare l’emozione dal testo al pubblico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here