Home Articoli Ciak, si gira a Napoli! “Take Five”, il nuovo film di Guido...

Ciak, si gira a Napoli! “Take Five”, il nuovo film di Guido Lombardi

CONDIVIDI

Lunedì 28 gennaio 2013 iniziano, a Napoli, le riprese di “Take Five”, il nuovo film di Guido Lombardi, prodotto da Gaetano Di Vaio per Figli del Bronx, Gianluca Curti per Minerva Pictures Group, Dario Formisano per Eskimo, con Rai Cinema. Il film è riconosciuto di interesse culturale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Cinema.

Scritto dal regista, da un soggetto di cui è autore con Gaetano Di Vaio, il film è interamente ambientato a Napoli (sei le settimane di lavorazione), con gran parte degli interni girati nella zona di Piazza Dante, ed esterni che risaltano per grande varietà: dal ventre della città, i Quartieri Spagnoli, fino ad arrivare al caratteristico lungomare. La location più suggestiva però, è anche quella più invisibile e nascosta: le fogne, riprese utilizzando alcuni punti del vecchio acquedotto costruito dai Savoia, sono infatti la via d’accesso che la “banda del buco” utilizza per arrivare al caveau di una banca. Quasi una dichiarazione d’intenti, come a dire che a Napoli c’è ancora tanta bellezza da riscoprire, a fronte degli aspetti più deteriori sottolineati dai media. Prendendo esempio dai cinque protagonisti, bisogna solo scavare per riportare alla luce questi tesori dimenticati della città: “E’ incredibile quello che c’è sotto Napoli”, dice il regista Guido Lombardi.

“Take Five”, segue le vicende di questi cinque personaggi. Gaetano (Gaetano Di Vaio, regista, attore e produttore tra gli altri di “Napoli, Napoli, Napoli” di Abel Ferrara e, con Gianluca Curti e Dario Formisano, del primo lungometraggio di Guido Lombardi, “Là-Bas – Educazione criminale”) è un rapinatore che ha scontato diversi anni di carcere e ora fa il ricettatore. Peppe detto ‘O Sciomèn (Peppe Lanzetta, autore teatrale, romanziere e attore per registi come Tornatore, Cavani e Martone) è una leggenda del quartiere, rapinatore a sua volta, appena uscito dal carcere dove ha scontato 10 anni. È depresso. Ruocco (Salvatore Ruocco, ex-pugile, visto nel cast di “Gomorra”, sarà protagonista del nuovo film di Abel Ferrara, “Abel’s Grandfather”) è un pugile, costretto agli incontri clandestini dopo aver spaccato una sedia in testa ad un arbitro corrotto. Striano (Salvatore Striano, recentemente in “Gorbaciof” di Stefano Incerti e protagonista dell’acclamato “Cesare deve morire” dei fratelli Taviani) è un fotografo rapinatore boss di nuova generazione dei Quartieri Spagnoli. Carmine (Carmine Paternoster, alle spalle ha collaborazioni con Matteo Garrone per “Gomorra” e Leonardo Di Costanzo per “L’intervallo”) è un semplice operaio del comune di Napoli, addetto alle fogne, che conosce a menadito. Ha il vizio del gioco. Una mattina si ritrova nel caveau del Banco di Napoli a causa di una perdita alla rete fognaria. E gli viene un’idea…

“Take Five” racconta la rocambolesca rapina messa in atto da questa variegata umanità e, soprattutto, le sue conseguenze. La fragile alleanza che li unisce fino al momento della rapina entra in crisi quando Gaetano, che ha riunito la banda, scompare assieme al bottino milionario. Cercando di comprendere quello che è realmente accaduto, i 4 banditi rimasti attendono nella loro tana nella speranza che Gaetano ricompaia, ma il tempo passa, mettendo a dura prova i loro nervi. Emergono incomprensioni, la fiducia viene meno, le alleanze si disfano, fino a quando compare una nuova e pressante minaccia: il boss Jannone reclama la sua parte di un bottino che ancora non hanno in mano…

“Take Five” si trasforma così in un lento gioco al massacro, nel quale un po’ alla volta vengono a galla i segreti dei rapinatori. Segreti che possono essere difesi soltanto uccidendo chi ne è venuto a conoscenza. Segreti pienamente rivelati solo nel sorprendente finale.

E in vista del primo ciak il regista, il cast e la produzione lanciano il blog ufficiale (http://takefiveilfilm.blogspot.it) sul quale commenteranno la fase di preparazione, le riprese, mostreranno immagini e aggiornamenti sulla produzione.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here