Home Articoli Corrado Fortuna: la Sicilia delle contraddizioni nel romanzo “Un giorno sarai un...

Corrado Fortuna: la Sicilia delle contraddizioni nel romanzo “Un giorno sarai un posto bellissimo”

CONDIVIDI

un-giorno-sarai-un-posto-bellissimo-di-corrado-fortuna-2014L’attore siciliano Corrado Fortuna debutta nella narrativa con il romanzo “Un giorno sarai un posto bellissimo” che, con la tensione di un giallo, racconta le contraddizioni della sua terra.

Essere ragazzi a Palermo: la contraddizione di trovarti con Giovanni Falcone che ti fa gli auguri di compleanno e il figlio di un noto boss mafioso che è tuo amico perché essere amici, alle scuole elementari, è normale, e bello. Anni dopo, con alle spalle l’Italia degli anni Novanta, i suoi riti e le sue stragi, come quella di Capaci – rimasta impressa da sempre nella memoria di un ragazzo ora divenuto adulto – un vassoio d’argento che appartiene a quel periodo potrebbe rappresentare un’altra prova, vera e concreta dei rapporti fra la mafia e i vertici politici dello Stato. Questi e altri fili si intrecciano nel romanzo di Corrado Fortuna “Un giorno sarai un posto bellissimo” (Baldini & Castoldi).

Corrado Fortuna è nato a Palermo nel 1978. Ha esordito come protagonista di “My Name Is Tanino” di Paolo Virzì e, subito dopo, è attore principale di “Perduto amor” di Franco Battiato, per i quali ha vinto il Premio Guglielmo Biraghi. “Un giorno sarai un posto bellissimo” è il suo primo romanzo. In autunno sarà tra i protagonisti del film “Scusate se esisto!” di Riccardo Milani, con Raoul Bova e Paola Cortellesi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here