Home Articoli SIAE: soddisfazione per dichiarazione congiunta Franceschini-Azoulay

SIAE: soddisfazione per dichiarazione congiunta Franceschini-Azoulay

CONDIVIDI

SIAE accoglie con favore la dichiarazione congiunta Franceschini – Azoulay. Un passo fondamentale per la protezione dei diritti degli autori.

Filippo-Sugar-credits-ph-Marco-Rossi-2017

Filippo Sugar, Presidente di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, in merito alla dichiarazione congiunta Dario FranceschiniAudrey Azoulay. 

“La dichiarazione congiunta sul diritto d’autore firmata ieri dal Ministro dei Beni delle attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, e dal Ministro della Cultura e della Comunicazione della Repubblica francese, Audrey Azoulay, rappresenta un passo importantissimo a conferma che l’industria della cultura e della creatività è strategica per il nostro Paese, ribadendo il principio della territorialità del diritto d’autore come fattore imprescindibile per la diffusione e la tutela di tutti i repertori autoriali – commenta Filippo Sugar, Presidente di SIAE – L’impegno dei due Paesi evidenzia non solo come la riforma debba essere parte integrante di una autentica strategia europea di valorizzazione dei contenuti creativi e degli autori nell’era digitale, ma è in linea con la lettera promossa da SIAE e sottoscritta dalle diverse Associazioni di categoria, consegnata proprio al Ministro Franceschini lo scorso mese di gennaio in occasione della seconda edizione di Italia Creativa.

SIAE e le Associazioni di tutti i settori di Italia Creativa hanno chiesto al Governo attenzione e particolare sostegno nella difesa dell’intera filiera dalle concrete minacce allo sviluppo e nella protezione dei diritti degli autori dei contenuti creativi e culturali in Europa nella proposta di ‘Direttiva Copyright’.

L’accordo siglato dal MiBACT con il Ministro della Cultura francese è un passo fondamentale per una sfida che, a livello europeo, rappresenta 7 milioni di lavoratori, che operano nelle industrie creative e culturali e che necessitano di particolare attenzione e tutela”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here