Home Eventi Nathan Never compie 25 anni

Nathan Never compie 25 anni

CONDIVIDI

Nathan-Never-2016

È il giugno del 1991. 
I Queen hanno da poco dato alla luce “Innuendo”, il loro ultimo album con Freddie Mercury, “Il Silenzio degli Innocenti” con Anthony Hopkins ha terrorizzato il pubblico del cinema e, soprattutto, Tim Berners-Lee, ricercatore del Cern, sta per annunciare al mondo la soluzione al problema di come condividere i documenti tra studiosi grazie a un software basato sul concetto di ipertesto che lui stesso battezza come World Wide Web: il sito che mette in rete è il primo della storia e inaugura ufficialmente l’era di internet.

È in questo 1991 rivoluzionario che, 25 anni, fa arrivava in edicola il primo numero di Nathan Never, la prima serie di fantascienza di Sergio Bonelli Editore ideata da Michele Medda, Antonio Serra e Bepi Vigna e subito amatissima dai lettori, primi tra tutti quelli che sono rimasti conquistati dal “Blade Runner” di Ridley Scott. Come spiegano gli autori, del resto, “Nathan Never” racconta un viaggio nel tempo dove, partendo dai ricordi, si va incontro al sogno.

Oggi l’Agente Speciale Alfa non ha bisogno di presentazioni. Eppure vale la pena, come in ogni celebrazione che si rispetti, ripartire da principio e ripercorrerne la storia. Nathan Never è un ex poliziotto e ha alle spalle un passato terribile. Sua moglie Laura è stata uccisa da un criminale e sua figlia Ann è stata ricoverata in una clinica psichiatrica, in stato di shock per avere assistito alla morte della madre. Per poter pagare le cure della figlia, Nathan, ritiratosi in un tempio shaolin per studiare arti marziali, è costretto a tornare al suo lavoro e ad accettare un incarico di agente speciale all’interno di un’agenzia privata di investigazioni…

Da qui prende le mosse la storia di Nathan Never. E ora, dopo 25 anni è finalmente tempo di festeggiamenti che, per l’occasione, saranno raccontati anche online sul sito www.sergiobonelli.it e con l’hashtag #NathanNever25. Cosa, questa, che diamo per scontata, ma che invece ha un sapore decisamente evocativo visto che il World Wide Web, proprio come Nathan, festeggia nel 2016 i suoi primi 25 anni.

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here