Home Eventi Alla vigilia di Earth Hour, WWF lancia un video firmato da Gabriele...

Alla vigilia di Earth Hour, WWF lancia un video firmato da Gabriele Muccino sull’orso polare

920
0
CONDIVIDI
Doppiato da Stefano Accorsi, con le musiche di Paolo Buonvino, il difficile percorso verso la sopravvivenza di mamma orsa e dei suoi cuccioli

Milano, 23 marzo 2018 – Alla vigilia di Earth Hour 2018, che partirà domani alle 20.30, il WWF lancia uno spot d’autore, prodotto e realizzato da EDI Effetti Digitali Italiani per la regia di Gabriele Muccino, sugli effetti dei cambiamenti climatici con al centro il difficile percorso verso la sopravvivenza di mamma orsa con i cuccioli.

L’orso polare, a rischio di estinzione ed in pericolo a causa del cambiamento climatico, nel video, arricchito dal doppiaggio di Stefano Accorsi e dalle musiche di Paolo Buonvino, è in carne, ossa e pixel. Infatti è stato creato digitalmente da EDI per raccontare la condizione precaria della specie e, soprattutto della sua “casa” che si sta letteralmente sciogliendo.

Per questo progetto, EDI ha sviluppato un orso polare partendo da un’approfondita e attenta ricerca di video e immagini per comprendere, innanzitutto, come un vero orso appare, si comporta e modifica i propri volumi con il movimento. È poi iniziata la fase, molto delicata, di trasportare questa complessità biologica nel mondo virtuale di un effetto digitale: sono stati creati scheletro e articolazioni, muscoli, grasso, pelle e peli, che individualmente e insieme rendono realistico il soggetto.

Il lancio di questo video alla vigilia di Earth Hour non è casuale, come non è casuale la scelta dell’orso polare. Gli scienziati hanno diviso la popolazione totale di orsi polari in 19 unità o sottopopolazioni: secondo le stime gli orsi sono complessivamente tra i 22.000 e i 31.000 esemplari (molte aree non sono state ancora esplorate) ma gli ultimi dati forniti dal gruppo degli specialisti dell’orso polare dell’IUCN mostrano che tre sottopopolazioni sono in declino e che esiste un alto rischio stimato di futuro declino vista la velocità di riduzione del ghiaccio marino.

Per maggiori informazioni: www.wwf.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here