Home Eventi Inizia Seeyousound

Inizia Seeyousound

CONDIVIDI

ph: Variations (Variações)

Fin dalla prima edizione Seeyousound International Music Film Festival è riuscito ad attirare l’attenzione di amanti della musica e cinefili che hanno accolto con entusiasmo l’affacciarsi nel panorama cinematografico del primo festival italiano interamente dedicato alla musica. Oggi Seeyousound è un appuntamento fisso per gli appassionati, richiamati da centinaia di ore di immagini e suoni capaci di unire due passioni trascinanti: cinema e musica si incontrano in Seeyousound e nessuno le può fermare: Can’t Stop Music!

Per 7 giorni – dal 19 al 25 febbraio – il programma offre 81 film in streaming di cui 5 anteprime assolute e 16 italiane tra lunghi di finzione e cinema del reale in competizione in Long Play Feature e Long Play Doc, i cortometraggi e i videoclip che gareggiano in 7Inch e Soundies, oltre ai titoli delle due rassegne fuori concorso Rising Sound, che esplora scenari musicali fuori dai circuiti più battuti, e Into The Groove che nuove tendenze musicali e cult della storia della musica mondiale; il tutto venato quest’anno di una sfumatura black con il focus Black Lives Matter che si ritrova in diversi titoli tra quelli proposti in cartellone per un viaggio nel significato più ampio di musica “black” cercandone lo spirito in ogni nota, in ogni fotogramma.

Seeyousound 7, diretto da Carlo Griseri, è anche il contest per sonorizzazioni originali Frequencies, 1 Panel e Daily Talk con ospiti e 7 concerti live in streaming. Nonostante la sala sarà virtuale, il festival non rinuncia infatti alla dimensione dal vivo con Seeyousound Live Show: ogni giorno dalle 18.00 alle 20.00 in diretta dal Cineteatro Baretti di Torino, si avvicenderanno interventi di ospiti e curatori del festival per portare al pubblico voci, suoni e storie del programma 2021.

L’edizione numero 7 sarà online e inaugurerà PLAYSYS.TV, ultima idea targata Seeyousound Music Film Experience: una piattaforma streaming di video on demand dove ogni giorno verranno rilasciati alcuni dei film in programma (disponibili per 7 giorni a partire dalle 9.00 del mattino. Biglietto singolo 3.99 €, abbonamento 35 € e 45 €, acquistabili su http://bit.ly/SYS7_Tickets) e che anche dopo il festival continuerà a proporre contenuti video legati al mondo della musica.

Il via con i primi 5 titoli rilasciati su www.playsys.tv venerdì 19 e visibili fino a giovedì 25 febbraio.

A SONG CALLED HATE, il documentario della regista Anna Hildur (Islanda, 2020, 90′), riflette sul ruolo dell’artista nel mondo contemporaneo attraverso la storia degli Hatari, band islandese di industrial-techno che vuole abbattere il sistema capitalistico e che, approfittando dell’inaspettata partecipazione all’Eurovision Song Contest 2019 in Israele, intende portare la propria azione artistico-politica di fronte a un vasto pubblico ponendo sotto i riflettori l’irrisolta questione palestinese. Presentato in anteprima italiana per il concorso Long Play Doc, il film porta al Seeyousound Live Show la regista Anna Hildur e la band Hatari.

VARIAÇÕES di João Maia (Portogallo, 2019, 105′), un omaggio alla prima superstar portoghese dichiaratamente omosessuale António Variações che nonostante le sue umili origini riuscì a realizzare il sogno di diventare un cantante e performer, scuotendo la società retrograda del tempo con la sua libertà sessuale ed espressiva fatta pop, folklore, fado e new wave. A raccontare questa incredibile storia, la prima in calendario della competizione Long Play Feature, il regista João Maia durante il talk delle 18.00.

ROCKFIELD: THE STUDIO IN THE FARM di Hannah Berryman (Regno Unito, 2020, 92′), ci porta alla scoperta di una storia vera quanto improbabile nella profonda campagna gallese dove due fratelli, stanchi di fare i fattori, hanno riadattato la propria attività nel primo studio di registrazione residenziale di sempre da cui sono passati Black Sabbath, Queen, Robert Plant, Iggy Pop, Simple Minds, Oasis, The Stone Roses, Coldplay e molti altri. Il documentario fuori concorso in Into The Groove è in anteprima italiana con ospite al festival la regista Hannah Berryman.

THE JUNIPER TREE di Nietzchka Keene (Islanda, 1990, 78′), film del 1990 in cui troviamo una giovane Björk in veste d’attrice sullo sfondo di una potente Islanda in bianco e nero. La cantante e attivista islandese interpreta il ruolo di Margit perseguitata dopo l’uccisione della madre per stregoneria, alla ricerca di un luogo sicuro per sé e la sorella Katla. Il film, in anteprima italiana nella sezione Into The Groove, vedrà ospite il distributore Salvo Ricceri di Reading Bloom in diretta dal Cineteatro Baretti.

KATE NASH: UNDERESTIMATE THE GIRL di Amy Goldstein (Regno Unito, 2018, 89′) sulla cantautrice britannica Kate Nash e il suo percorso non solo artistico per conservare sia la propria libertà creativa che il successo al di là delle leggi del mercato. Il film, in anteprima Seeyousound, è inserito nella sezione Into The Groove.

INFO: www.seeyousound.org

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here