Home Articoli Toni Erdmann vince il Premio Lux

Toni Erdmann vince il Premio Lux

CONDIVIDI

peter-simonischeck-toni-erdmann

Al Premio Lux vince la tragicommedia tedesca “Toni Erdmann” nel decennale di questa onorificenza che promuove la produzione cinematografica della Ue. Grazie al Premio Lux sono già stati promossi cento film nelle sale cinematografiche in tutta Europa.

“Il Premio Lux ha migliorato le diversità e la ricchezza del cinema europeo, i suoi temi, sensibilità e lingue”, dichiara l’eurodeputata del Pd Silvia Costa, presidente della commissione per la cultura e l’istruzione del Parlamento Ue. “Grazie al Premio Lux, che ha dato voce e occhi alla storia europea – continua Costa – in dieci anni sono stati promossi cento film nelle sale cinematografiche in tutta Europa. Con il Premio Lux molti registi indipendenti e i loro giovani autori hanno potuto raggiungere un pubblico in altri Paesi”.

Silvia Costa sottolinea inoltre che “scommettere e investire nella narrazione cinematografica europea” è “un passo fondamentale nella costruzione della ‘Europa della cultura’ in cui crediamo”. Prossimo passo per il Premio Lux, conclude l’eurodeputata, sarà “portare i film finalisti anche al di fuori dell’Europa, cominciando con i Paesi del Mediterraneo”.

Diretto da Maren Ade, “Tony Erdmann – Il padre di sua figlia” è un film che suggerisce il confronto tra due generazioni che non riescono più a toccarsi. Il loro luogo rimane un silenzio dove la lontananza diventa tormento dell’anima. Winfried Conradi è un uomo âgée col vizio dello scherzo. Le sue buffonate colpiscono democraticamente familiari e fattorini che bussano alla porta e provano allibiti a consegnargli l’ennesimo pacco. Insegnante di musica in pensione, la sua vita si muove tra le visite alla vecchia madre e le carezze al suo vecchio cane, ormai cieco e stanco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here