Home Eventi Ca’ Foscari Short Film Festival 2011: in gara scuole di cinema di...

Ca’ Foscari Short Film Festival 2011: in gara scuole di cinema di tutto il mondo

CONDIVIDI

Non solo Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, con grandi maestri e divi. Adesso Venezia si candida anche a palestra del cinema del futuro. Nella città lagunare tra il 26 e il 29 maggio si svolgerà la prima edizione di un festival internazionale di cortometraggi, Ca’ Foscari Short Film Festival: sarà il primo in Europa organizzato e del tutto gestito da un’università, la Ca’ Foscari. All’interno delle sedi dell’Ateneo della Serenissima due saranno le locations, entrambe prestigiose e con ingresso gratuito: il teatro Santa Marta (il 26 e il 27) e l’Auditorium Santa Margherita (il 28 e il 29). In concorso 30 opere provenienti da 14 scuole di cinema pubbliche e private dell’intero pianeta, con l’esclusione dell’Oceania.

Nella Serenissima del terzo millennio si svolgerà una sorta di “campionato mondiale” del cinema studentesco, una radiografia dell’immaginario a venire, un confronto diretto con la generazione 2.0, tramite un concorso internazionale di cortometraggi realizzati da studenti di cinema e di scienze della comunicazione oppure da studenti universitari che frequentino corsi di cinema. Sono previsti anche programmi di cortometraggi fuori concorso, programmi speciali, workshop, incontri e un concorso di cortometraggi realizzati da studenti degli istituti superiori della regione Veneto.

Alla guida del Ca’ Foscari Short Film Festival, il critico Roberto Silvestri, coadiuvato da una squadra veneziana e internazionale di docenti universitari, di professionisti del cinema e della cultura, incastonati all’interno dell’esperienza di Ca’ Foscari Cinema, coordinata invece da Roberta Novielli, delegata dal rettore Carlo Carraro alle attività cinematografiche dell’università veneziana.

Scodellando e anticipando le tendenze future e le “geografie” più vitali del momento, l’altro obiettivo del festival sarà disegnare una mappa aggiornata dei centri artistici e culturali più creativi, tenendo sempre a mente che negli ultimi anni molti cineasti (Olmi, Szomjas, Bellocchio, etc.) hanno immaginato le loro scuole di cinema in polemica con le “chiusure mentali” e censorie tradizionali, sia pubbliche sia private.

Al Ca’ Foscari Short Film Festival la sfida è anche quella di cercare la storia del cinema che nasce dalle scuole di cinema, magari di quelle dove non s’insegna solo la storia del cinema finora concepita, ma anche la cultura del momento, con le sue tensioni transartistiche e transculturali. E capire com’è cambiato il cinema, quanto le scuole di cinema non hanno saputo capire gente come Steven Spielberg o Quentin Tarantino.

Per info: http://cafoscaricinema.unive.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here