Home Eventi RomaFictionFest: al via la quinta edizione con Belushi, Proietti e un buco...

RomaFictionFest: al via la quinta edizione con Belushi, Proietti e un buco da 7 milioni di euro

CONDIVIDI

L’anteprima di 13 fiction italiane e 23 internazionali, star come Jim Belushi e Gigi Proietti, masterclass e convegni sulla serie televisiva, ma anche un bel carico di polemiche per via di un buco da 7 milioni di euro. Dal 25 al 30 settembre, torna il RomaFictionFest, festival del piccolo schermo quest’anno alla sua quinta edizione, con tre novità di fondo: budget ridimensionato (da 7 a 3 milioni di euro), date spostate e location nuove. La kermesse non si terrà più nei giorni caldi di luglio, mentre le sedi degli eventi (tutti gratuiti previo ritiro del biglietto) saranno l’Auditorium Parco della Musica, la Casa del Cinema e l’Auditorium della Conciliazione.

Partenza con “Striscia”
La conferenza stampa di presentazione comincia con l’irruzione delle telecamere di “Striscia la Notizia”: accompagnato da alcune ragazze, l’inviato del programma Jimmy Ghione salta sul palco e incalza la presidente della Regione Lazio Renata Polverini con una serie di domande: “perché le 100 hostess dell’ultima edizione non sono state pagate? E’ così che aiutate i giovani?”. “Abbiamo trovato una società che aveva 7 milioni di debiti, con un elenco di fornitori non pagati per oltre 4 milioni. Ci stiamo prendendo cura di pagarli, ma restano comunque pochi rispetto ai 25 miliardi di debiti ereditati dalla precedente amministrazione, risponde pronta la Polverini. E spiega: “l’organizzazione di questa edizione è stata affidata all’Associazione produttori televisivi, prima faceva capo alla Fondazione Rossellini, la società indebitata, che è stata sciolta e affidata a un commissario liquidatore”.

Senza battere ciglio la presidente della Regione va avanti. “E’ questa la prima edizione curata da Fabiana Santini (assessore alla Cultura, ndr) con modalità completamente differenti – dice – abbiamo voluto mantenere la qualità nell’ambito di una certa sobrietà dovuta ai debiti e alle scarse risorse. Negli ultimi tempi il settore della fiction è stato molto strumentalizzato: alcuni hanno detto che volevamo smantellare il festival, altri che volevamo turbarne la qualità, essere qui oggi dimostra che noi vogliamo fare meglio e di più. E non per dare giudizi sul passato, ma perché abbiamo una grande ambizione futura”. Polverini parla infine degli aiuti governativi al settore: “il RomaFictionFest rinasce nell’ambito di un più ampio programma di incremento e di razionalizzazione degli investimenti, abbiamo voluto anticipare uno dei principali effetti della proposta di legge regionale sul cinema e l’audiovisivo, istituendo con l’assestamento di bilancio di agosto il Fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo. Si tratterà del primo Film Fund a fondo perduto a sostegno delle produzioni nella storia della Regione Lazio con una dotazione finanziaria di 15 milioni di euro”.

“Lo slittamento al mese di settembre rappresenta un cambiamento davvero importante – aggiunge l’assessore Santini (sul palco con Polverini, Giancarlo Cremonesi presidente della Camera di Commercio di Roma, Fabiano Fabiani presidente dell’Associazione produttori televisivi,  Steve Della Casa direttore artistico del festival e Antony Root direttore Industry) – che trasforma il RomaFictionFest in un trampolino di lancio perfetto per la prossima stagione televisiva, permettendo al festival di essere più competitivo in termini di presenza, prodotti e personaggi. Per aprire la manifestazione alla città e a tutta la Regione, trasformandola in una grande festa popolare, abbiamo puntato sui tre luoghi che rappresentano al meglio il profondo legame che lega questa città al grande cinema e alla fiction. Al Parco della Musica si terranno le proiezioni delle anteprime, le masterclass e i convegni. La Casa del Cinema accoglierà la retrospettiva ‘Noi ridevamo’, un tributo a tanti personaggi del passato che si inaugurerà con Walter Chiari (altri omaggi a Vittorio Gassman, Ugo Tognazzi e Nino Manfredi, ndr). Infine, l’Auditorium della Conciliazione sarà lo spazio dedicato ai giovanissimi: al mattino ci saranno proiezioni di fiction particolarmente amate dagli adolescenti, come ‘I Cesaroni’, incontri con i loro beniamini tv, e un set cine-televisivo dove i ragazzi potranno sperimentare la magia delle riprese”.

Il programma
Il calendario della manifestazione si presenta ridimensionato rispetto agli anni passati ma comunque ricco. Si parte domenica 25 settembre con l’inaugurazione che, oltre alla madrina Vanessa Incontrada, vedrà sul palco l’attore americano Jim Belushi, Gigi Proietti e Lunetta Savino, ai quali saranno consegnati gli Excellence Award. Belushi e Proietti presenteranno al pubblico le ultime fatiche: “La vita secondo Jim” (serie di gran successo negli States) e “Il Signore della truffa”, miniserie di due puntate in onda il 3 e 4 ottobre in prima serata su Rai 1. Domenica pomeriggio Belushi terrà anche una masterclass aperta al pubblico.

Tra le tante anteprime italiane, oltre alla fiction con Proietti, vedremo il primo episodio di “Tutti pazzi per amore 3”, che verrà presentato il 26 dal cast al completo, mentre il 27 sarà il turno di “Troppo amore” , fiction sulla violenza contro le donne diretta da Liliana Cavani. Il 28 verrà proiettato il primo episodio dell’11esima stagione di “Distretto di polizia” e c’è grande attesa per “Cenerentola”, con Vanessa Hessler. Prevista per lunedì 26 anche la presentazione di “Area Paradiso”, esordio alla regia di Diego Abatantuono.

Molto spazio è stato riservato alla produzione americana: tra le proiezioni più attese gli ultimi due episodi della fortunata serie “Smallville” e “Once upon a time”, ovvero la storia di Biancaneve riletta dagli autori di “Lost” (entrambe il 26), l’anteprima europea di “Terra Nova”, serie tv prodotta da Steven Spielberg ispirata alla saga di “Jurassic Park” (il 27) e le anteprime internazionali di “Charlie’s Angels” e “Pan Am” (il 28). Interessante anche la proiezione di “Borgia”, serie tv sulla famiglia più famosa del Rinascimento già acquistata da Sky Cinema e creata da Tom Fontana, che per l’occasione sarà in sala (il 29).

Tra gli altri appuntamenti quattro documentari (“Primi piani 2011 – Omaggio a Mario Monicelli”, “La notte della sindone”, “Uno studente di nome Alessandro” e “Schuberth – L’atelier della Dolce Vita”), tre convegni (sul Fondo della Regione Lazio per il Cinema, su come le serie stanno cambiando la tv e sulle nuove offerte tv per i ragazzi) e una serie di Keynote che avranno come protagonisti Pupi Avati, Luca Barbareschi, lo scrittore russo Nicolai Lilin e la giornalista Monica Maggioni. Al Festival ci sarà anche uno spazio per giovani attori e attrici: dalle 18.30 alle 20.30 di domenica 25 il Casting Director Roberto Bigherati effettuerà una serie di provini per il cast della nuova stagione di “Terra ribelle”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here