Home Eventi Slow Food alla Berlinale 2013 con due documentari, “Couscous Island” e “Slow...

Slow Food alla Berlinale 2013 con due documentari, “Couscous Island” e “Slow Food Story”

CONDIVIDI

In due doc la storia dell’associazione e i progetti nel Sud del mondo.

Slow Food anche quest’anno sarà presente al Festival del Cinema di Berlino. Nella sezione Kulinarisches Kino, dedicata a cinema e ambiente e giunta alla settima edizione, saranno proiettati i documentari “Couscous Island”, di Francesco Amato e Stefano Scarafia, e “Slow Food Story”, di Stefano Sardo. L’appuntamento è per martedì 12 febbraio 2013 dalle 19.30 alle 22.30 al Martin Gropius Kino.

Couscous Island” narra la storia delle donne dell’isola di Fadiouth, in Senegal, che producono il couscous di miglio, piatto tradizionale diventato Presidio Slow Food: espressione di un ecosistema e di saperi tradizionali da salvare, il couscous rappresenta la sfida di queste madri, figlie e nonne alla condanna della povertà, decise nel voler mettere in atto un cambiamento reale. Il documentario è prodotto da Slow Food e realizzato in collaborazione con Bodà nell’ambito del progetto europeo 4Cities4Dev.

Slow Food Story” racconta la nascita e la diffusione del movimento attraverso la biografia del suo fondatore e presidente, Carlo Petrini, e del gruppo di amici e collaboratori che l’ha accompagnato in questa lunga avventura. Il documentario, prodotto da Indigo Film e Tico Film, è incentrato sulla storia dell’organizzazione e dello straordinario impatto che ha avuto nel mondo della gastronomia e nella cultura del nostro tempo.

La serata dedicata a Slow Food si concluderà con la cena nel ristorante Martin Gropius Mirror, in cui Carlo Petrini, Luzia Braun, giornalista di ZDF, e Dieter Kosslick, direttore della Berlinale, commenteranno il percorso di Slow Food dalle origini nella cittadina piemontese di Bra, descritte nel film di Sardo, alla diffusione in 150 Paesi e alla realizzazione di progetti a sostegno dei produttori nel Sud del mondo, come quello raccontato da Amato e Scarafia. Considerato l’interesse suscitato dal film “Slow Food Story”, è prevista una replica venerdì 15 febbraio alle 17.

Mercoledì 13 febbraio alle 17 Carlo Petrini sarà inoltre protagonista, insieme al gastronomo Harald Lemke, di un dibattito dal titolo “Der Politische Gärtner” (il giardiniere politico). L’incontro sarà moderato da Hansjürgen Rosenbauer, caporedattore cultura di WDR.

Ingresso libero, previa registrazione su www.berlinale.de.

_______________________________________________________________________

Couscous Island” è prodotto da Slow Food, in collaborazione con Bodà. Il documentario rientra nelle iniziative del progetto europeo 4Cities4Dev. Il progetto, co-finanziato dall’Unione europea, nasce dalla collaborazione tra quattro città europee – Torino, in qualità di capofila, Tours, Bilbao, Riga – e Slow Food. Le quattro città “adottano” sette comunità del cibo in Senegal, Mauritania, Etiopia, Madagascar, Kenya, Mali e Costa d’Avorio. “Adottare” una comunità del cibo significa permettere ai cittadini europei di conoscere da vicino queste realtà, attraverso il supporto del lavoro di Slow Food e l’avvio di rapporti di natura istituzionale tra città partner, comunità del cibo e autorità locali.

Slow Food Story” è prodotto da Indigo Film e Tico Film in associazione con Element Pictures, con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Piemonte Doc Film Fund e con il sostegno del Piano Media della Comunità Europea e di Irish Film Board.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here