Home Eventi Successo a Torino per il GLBT Film Festival 2013

Successo a Torino per il GLBT Film Festival 2013

CONDIVIDI

Si chiude con successo la 28esima edizione del Torino GLBT Film Festival, diretto da Giovanni Minerba.

A “Boven is het stil” (Paesi Bassi/Germania, 2013), un’intensa storia di solitudine e quotidianità diretta con stile rigoroso della regista olandese Nanouk Leopold, il Premio “Ottavio Mai”, assegnato dalla giuria del Concorso lungometraggi, composta da Federico Boni, Diego Dalla Palma, Travis Fine, Vladimir Luxuria e Lidia Ravera. Già presentato alla Berlinale 2013 e interpretato da Jeroen Willems, scomparso nel dicembre scorso subito dopo la fine delle riprese, il film è incentrato sul rapporto scostante, fatto di silenzi e rancori mai sopiti tra uno scapolo cinquantenne e suo padre costretto a letto, con cui vive. La morte del padre apre però una breccia che solo l’amore potrebbe riempire.

Nel Concorso documentari ha invece trionfato “The Love Part of This” di Lya Guerra, premiato dalla giuria composta da Basil Khalil, Nina Palmieri e Piergiorgio Paterlini.

I giurati del Concorso cortometraggi, Juanma Carrillo, Luki Massa e Alessandro Michetti, hanno assegnato il premio per l’opera migliore a “Bunny” di Seth Poulin e Nickolaos Stagias.

La giuria composta dagli studenti del DAMS di Torino ha inoltre assegnato il Queer Award, riconoscimento che premia un titolo tra otto selezionati, sparsi tra diverse sezioni, che più si avvicina alle tematiche tipiche del mondo dell’adolescenza. Quest’anno ha vinto “Joven & Alocada” di Marialy Rivas, pellicola inclusa nell’Open Eyes: Forever Young.

Di seguito i Premi del pubblico:

Lungometraggi
“Alata” di Michael Mayer (Israele/Usa, 2012).

Documentari
“Paul Bowles: The Cage Door Is Always Open” di Daniel Young (Svizzera/Marocco, 2012).

Cortometraggi
“Holden” di Juan Arcones e Roque Madrid (Spagna/Francia, 2012).

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here