Home Eventi Trastevere Festival: Premio Angelo Di Castro a “Uno spietato professionista”, Premio Speciale...

Trastevere Festival: Premio Angelo Di Castro a “Uno spietato professionista”, Premio Speciale ad Antonio Sancassani

CONDIVIDI

“Uno spietato professionista” di Giovanni Galassi, storia del leggendario fotografo di scena Emilio Lari, è il vincitore della prima edizione del Premio “Angelo Di Castro”. Premio Speciale ad Antonio Sancassani, storico proprietario del Cinema Mexico di Milano. Premiazione ieri sera in Piazza San Cosimato.

TRASTEVE-FESTIVAL-PREMIO-ANGELO-DI-CASTRO-2017

È il regista romano Giovanni Galassi il vincitore della prima edizione del Premio “Angelo Di Castro”, il Concorso per documentari diretti da Under40 ideato dall’Associazione Piccolo Cinema America e intitolato alla memoria dell’architetto progettista del Cinema America.

A sancire il vincitore del Premio è stata una giuria popolare che ogni mercoledì, dal 7 giugno al 12 luglio al Festival Trastevere di Piazza San Cosimato, ha votato l’opera appena visionata, tra le 6 in concorso. Ogni sera hanno potuto votare 200 persone estratte a sorte tra il pubblico presente.

Il documentario “Uno spietato professionista”, storia del leggendario fotografo di scena Emilio Lari e dei set su cui ha lavorato, è l’opera prima di Giovanni Galassi, proiettata per la prima volta al Festival Trastevere lo scorso 12 luglio e sarà il primo documentario che sarà programmato nel futuro Cinema Troisi.

Il Premio è una targa raffigurante l’insegna del Cinema America in 3D più 1.000 euro di riconoscimento economico.

«Con il concorso “Angelo Di Castro” – dice Valerio Carocci, Presidente dell’Associazione Piccolo Cinema America – abbiamo potuto constatare la forte attenzione del pubblico di Piazza San Cosimato nei confronti del genere documentaristico, garantendo così a otto opere Under40, due delle quali Fuori Concorso, la possibilità di essere conosciute e apprezzate attraverso una proiezione pubblica su grande schermo. Siamo felici che a vincere il concorso sia stato un giovane regista nostro coetano, Giovanni Galassi, classe 1992. Giovanni che ha completato il  suo lavoro appositamente per il nostro ancor più giovane premio, è uno dei tanti ragazzi cresciuto nei licei romani dai quali proveniamo, tra le mura del Cinema America Occupato e sotto il grande schermo di Piazza San Cosimato. A lui auguriamo il meglio, ma soprattutto che sia lui uno dei futuri registi a sottoscrivere i nostri numerosi appelli per salvare il Cinema America. Lo aspettiamo nel Cinema Troisi per proiettare come primo documentario la sua stupenda opera».

Nel corso della serata, i ragazzi del Cinema America hanno consegnato un Premio Speciale anche ad Antonio Sancassani, storico proprietario del Cinema Mexico di Milano.

«Abbiamo voluto dare un Premio Speciale ad Antonio Sancassani perché è per noi un mostro sacro dell’esercizio cinematografico. In questi mesi si è messo a nostra disposizione per aiutarci a ridar vita al Cinema Troisi. Lo abbiamo conosciuto a Milano dove ci ha accolto con entusiasmo proprio in una delle serate speciali del suo “The Rochy Horror Picture Show”. Abbiamo così deciso di invitarlo a Roma in occasione della proiezione del documentario di Michele Rho sulla sua vita, “Mexico: un cinema alla riscossa!”».

VALERIO-CAROCCI-Antonio-Sancassani-Trastevere-Festival-2017

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here