Home Eventi “Roubaix, une lumière” apre Rendez-vous a Roma

“Roubaix, une lumière” apre Rendez-vous a Roma

CONDIVIDI
Festival del Nuovo Cinema Francese all’Arena Nuovo Sacher dall’1 al 6 luglio

Rendez-vous, il Festival del Nuovo Cinema Francese, torna a Roma all’Arena Nuovo Sacher dall’1 al 6 luglio 2020, con un’edizione speciale en plein air, in sicurezza e nel rispetto delle norme.

Iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, la manifestazione è realizzata dall’Institut Français Italia, co-organizzata con UniFrance. Il responsabile del progetto è Benoît Blanchard e la direzione artistica è affidata a Vanessa Tonnini.

BNL – Gruppo BNP Paribas, per il decimo anno consecutivo, è sponsor principale della rassegna. Il festival beneficia anche del sostegno della Fondazione Nuovi Mecenati – fondazione franco-italiana per la creazione contemporanea – di Brioni, dell’Hotel St Regis Rome, di Yves Rocher, di France 24 e Air France, vettore ufficiale.

Ad aprire questa edizione speciale, il 1° luglio alle 21.30, nella cornice dell’Arena Nuovo Sacher, è l’anteprima nazionale di “Roubaix, une lumière” (Roubaix, una luce), l’ultimo lungometraggio di un cineasta molto amato in Italia, Arnaud Desplechin, cui il festival, appena due anni fa, ha dedicato un focus speciale. Il film, in Concorso al Festival di Cannes 2019, sarà nelle sale in autunno distribuito da No.Mad Entertainment.

In una edizione che vede grandi autori e registi emergenti cimentarsi e ridar nuova linfa al cinema di genere, anche Arnaud Desplechin si insinua in questo solco, con un’opera noir attuale che sorprende per il radicale cambio di registro e per la profondità dei risultati.

Considerato la quintessenza del cinema d’autore francese, il regista si cimenta, per la prima volta, con il reale e con un genere che non gli è familiare come il polar. A fare da sfondo e ispirazione alla storia, la sua città natale, ritratta nel malore di una profonda decadenza economica.

Partendo da un fatto di cronaca, ben raccontato da uno sconvolgente documentario di Mosco Boucault per France 3, Arnaud Desplechin realizza un thriller sociale teso, febbrile e spirituale, animato dall’intensità teatrale dei suoi protagonisti: Léa SeydouxSara Forestier e Roschdy Zem, che per la sua intepretazione ha ottenuto i premi Lumière e César.

Secondo i dati del CNC, il numero di film diretti da donne, in Francia, negli ultimi dieci anni è aumentato del 62%. A confermare questo trend in crescita, un altro dato importante: il 40% delle opere prime prodotte nel 2019 sono dirette da cineaste. Per dar conto di questo cinema “al femminile plurale” composto di un caleidoscopio di voci eclettiche, lo speciale RDV ne offre una selezione variegata.

Le proiezioni sono in versione originale con sottotitoli in italiano.

Info biglietti su www.sacherfilm.eu

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here