Home Eventi “Pasolini – Il Cinema in 20 tavole”, festival itinerante nella Capitale

“Pasolini – Il Cinema in 20 tavole”, festival itinerante nella Capitale

CONDIVIDI

Dal 2 novembre, a quarant’anni esatti dalla morte di Pier Paolo Pasolini, fino al 15 dicembre, CityFest realizzerà un Festival itinerante nelle Biblioteche di Roma per celebrare uno dei più grandi intellettuali e artisti del XX secolo. In programma una mostra, la presentazione di un nuovo libro edito da NED Edizioni a cura di Mario Sesti e Luisa Mazzone, proiezioni, letture e incontri con Giulio Scarpati, Vinicio Marchioni, Alessandro Roja, Pino Calabrese, Greta Scarano, Antonello Fassari, Paola Minaccioni, Eleonora Danco.

 Pasolini-Il-cinema-in-20-tavole-2015

Dal 2 novembre, a quarant’anni esatti dalla morte di Pier Paolo Pasolini, fino al 15 dicembre, si svolgerà l’iniziativa “Pasolini – Il Cinema in 20 tavole”, festival itinerante che coinvolgerà – in un ideale tour attraverso la Capitale – le biblioteche Marconi (Portuense), Elsa Morante (Ostia), Rispoli (Rione Pigna), Vaccheria Nardi (Tiburtino), Mameli (Pigneto), Pasolini (Spinaceto).

L’evento è realizzato da CityFest – il programma di appuntamenti annuali della Fondazione Cinema per Roma presieduta da Piera Detassis – in collaborazione con NED Edizioni di Pier Paolo Mocci e Biblioteche di Roma, e rientra nelle iniziative ufficiali promosse dal MiBACT in occasione delle celebrazioni per il quarantesimo anniversario della morte di Pier Paolo Pasolini, con il patrocinio di Accademia del Cinema Italiano Premi David di Donatello e di Agis Scuola. I partner tecnici Rai Teche e Istituto Luce che partecipano all’iniziativa fornendo materiale video e filmati d’archivio.

L’iniziativa sarà inaugurata, lunedì 2 novembre alle ore 17.30 presso la Biblioteca Marconi, da una mostra di disegni realizzata da Luisa Mazzone che ripercorre – con un tratto del tutto originale, sospeso tra graphic-novel e immagine digitale – la filmografia pasoliniana. L’esposizione sarà corredata dai testi di Mario Sesti. Nello stesso giorno sarà presentato il volume di Mario Sesti e Luisa Mazzone “Pasolini – Il Cinema in 20 tavole” (NED Edizioni) con letture di Pino Calabrese, alla presenza di Chiara Rapaccini, Antonello Caporale, moderatore Leonardo Jattarelli.

I passaggi più interessanti saranno letti, di volta in volta, da alcuni amati volti del cinema e del teatro italiano: Giulio Scarpati, Vinicio Marchioni, Alessandro Roja, Greta Scarano, Antonello Fassari, Paola Minaccioni, Eleonora Danco.

Nel corso dei vari appuntamenti che si susseguiranno nelle biblioteche romane saranno mostrati alcuni dei film più celebri di Pasolini (da “Accattone” a “Il vangelo secondo Matteo”, da “La rabbia” a “Uccellacci e uccellini”, da “Decameron” a “Il fiore delle Mille una notte”), e si terranno proiezioni di materiale d’archivio Rai e Istituto Luce, tra cui un filmato di montaggio inedito realizzato appositamente da Rai Teche per l’iniziativa. In programma anche i documentari “Pasolini. Il corpo e la voce” di Maria Pia Ammirati, Arnaldo Colasanti e Paolo Marcellini, “La voce di Pasolini” di Mario Sesti e Matteo Cerami (presentati all’ultima Festa del Cinema di Roma), “Nuovi comizi d’amore” di Italo Spinelli. L’iniziativa prevede ulteriori eventi: la proiezione di “Alì ha gli occhi azzurri” di Claudio Giovannesi, di “N-Capace” di Eleonora Danco, dei cortometraggi pasoliniani di Arcipelago – Festival Internazionale di Cortometraggi, e la presentazione di “Cerco qualcuno che guardi assieme a me”, libro e video a cura di Gianguido Palumbo, in memoria di Pier Paolo Pasolini e Nadine Gordimer.

“È fondamentale, per la nostra idea di cultura e per l’attività che svolgiamo nella Capitale, tener costantemente viva la memoria e l’opera di uno dei più scomodi, brillanti e onesti intellettuali dello scorso secolo – ha detto Piera Detassis, presidente della Fondazione Cinema per Roma – Abbiamo celebrato Pier Paolo Pasolini, nei giorni scorsi, con una serie di eventi nell’ambito della Festa del Cinema e lo faremo nelle prossime settimane con questa iniziativa del programma di CityFest”.

Tratto dal volume “Pasolini – Il cinema in 20 tavole” di Mario Sesti e Luisa Mazzone edito da NED
Come racconta lui stesso, il primo vero cineforum Pasolini lo conobbe a 17 anni quando, a Bologna, incontrò le lezioni di Roberto Longhi, il più grande critico d’arte dell’Italia contemporanea, con le sue proiezioni di diapositive di dipinti e quadri. Il cinema, scrisse Pasolini usando esplicitamente questa parola, iniziò ad agire da allora in lui “sia pure in quanto mera riproduzione di fotografie”. “Quello che io ho in testa come visione, come campo visivo, sono gli affreschi di Masaccio, di Giotto”, scrisse al tempo di Accattone. Questa mostra, che si avvale dei disegni dell’artista e scenografa Luisa Mazzone, accompagnati dai testi di Mario Sesti, recupera questa “forma primigenia” del cinema di Pasolini: l’idea di poter raccontare i suoi film, e le immagini che per essi egli ha trovato e creato, attraverso delle tavole, come se fossero pale, affreschi, pittura, graffiti. E tra i disegni, come nei suoi film (che spesso ricorrono a scritte, cartelli, lettere) ci sono le parole appunto di Mario Sesti, un testo che sembra scritto da una macchina per scrivere degli anni ’70: la stessa forma che le parole assumevano quando scriveva i suoi romanzi, i suoi articoli, le sue sceneggiature. Sono parole che si fanno sfondo e paesaggio e si confondono con le immagini, come se fossero fossili che il tempo ha reso della stessa natura minerale della materia che li ingloba, circondati da segni che sono dettagli “prelevati” da uno sfondo senza fine: è quello di tutti i film di Pasolini assieme, il cui paesaggio è stato riempito dalle borgate romane degli anni ’60 come dalla savane africane, dalle periferie italiane come dai deserti dell’Asia, ovunque abbia piantato la macchina da presa “in tanta gloria di sole, di luce, di pianto”.

PASOLINI – IL CINEMA IN 20 TAVOLE
Ingresso: gratuito
Info: www.bibliotu.it | www.ilcinemain20tavole.com
Facebook: Il cinema in 20 tavole

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here