Home Speciali “Il corpo della sposa” di Michela Occhipinti, tour nelle sale dal 4...

“Il corpo della sposa” di Michela Occhipinti, tour nelle sale dal 4 maggio

CONDIVIDI

“Il corpo della sposa” di Michela Occhipinti, prodotto da Vivo Film con Rai Cinema, inizierà il suo tour nelle sale italiane sabato 4 maggio 2019, distribuito da Lucky Red.

Presentato con successo in anteprima mondiale all’ultima Berlinale e unico titolo italiano in concorso al Tribeca Film Festival, “Il corpo della sposa” ha la sua anteprima italiana al Bif&st -- Bari International Film Festival, oggi venerdì 3 maggio.

A partire da domani, il film sarà presentato, in presenza della regista, in numerosi cinema.

Di seguito il link dove è possibile consultare il calendario delle proiezioni:
https://vivofilm.it/news/il-corpo-della-sposa-al-cinema/

Sinossi. Ambientato in un’inedita Mauritania, “Il corpo della sposa -- Flesh Out” racconta la storia di Verida (l’esordiente Verida Beitta Ahmed Deiche), una ragazza moderna che lavora in un salone di bellezza, frequenta i social network, si diverte con le amiche. Quando la famiglia sceglie per lei un futuro sposo, Verida -- come molte sue coetanee -- si vede costretta a prendere peso affrontando il “gavage”, per raggiungere l’ideale di bellezza e lo status sociale che la tradizione del suo Paese le impone. Mentre il matrimonio si avvicina a grandi passi, pasto dopo pasto, Verida mette in discussione tutto ciò che ha sempre dato per scontato: i suoi cari, il suo modo di vivere e -- non ultimo -- il suo stesso corpo.

“Attraverso la storia di una donna che arriva persino a mettere a rischio la propria salute per soddisfare un canone estetico imposto da altri, ‘Il corpo della sposa’, vuole raccontare la complessità del rapporto tra le donne e i loro corpi su una scala molto più ampia. Fino a che punto i modelli sociali, spesso costruiti per soddisfare i desideri maschili, influenzano e condizionano le donne nel mondo? La Mauritania nel film funziona come un ‘altrove’, in opposizione al mondo da cui provengo e vivo, e tuttavia, nella sua paradossale inversione di una serie di rapporti, si trasforma in uno specchio che mostra il modo distorto in cui il corpo delle donne viene sempre percepito”. (Michela Occhipinti)

_______________________________________________________________________

GUARDA IL TRAILER

_______________________________________________________________________

POSTER

_______________________________________________________________________

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here