Home Articoli Oltre cento nomi per la riforma dello spettacolo

Oltre cento nomi per la riforma dello spettacolo

CONDIVIDI

primo20090326-Franca-Valeri

Roma, 7 Luglio 2016 – Basta stop e messe in discussioni, la riforma dello spettacolo dal vivo deve andare avanti. Dopo la sentenza del Tar che ha annullato il decreto ministeriale di riforma dello spettacolo dal vivo, bloccando anche le erogazioni del fondo unico per lo spettacolo, e la successiva sospensiva del Consiglio di Stato ottenuta a stretto giro dal Ministro Franceschini, arriva da una lettera firmata da oltre cento nomi della cultura e dello spettacolo, da Franca Valeri a Michele Placido, dalla grecista Eva Cantarella all’architetto Stefano Boeri, passando per Nicoletta Braschi, Claudio Santamaria, Rocco Papaleo – solo per citarne alcuni – l’appello a governo e parlamento perché non vengano vanificate le novità della riforma e si arrivi presto anche a una legge quadro per il settore. Tra le firme anche Adriana Asti, Anna Bonaiuto, Giuseppe Cederna, Luigi De Filippo, Filippo Timi, Massimo Ghini. (Fonte: ANSA)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here