Home Articoli Inaugurata la Scuola di Sceneggiatura intitolata a Leo Benvenuti

Inaugurata la Scuola di Sceneggiatura intitolata a Leo Benvenuti

519
0
CONDIVIDI
12 allievi, docenti: Giuliano Montaldo, Pupi Avati, Carlo Verdone, Nicola Guaglianone, Gabriele Mainetti, Salvatore De Mola, Tommaso Renzoni, Mariangela Barbanente

Roma, 10 gennaio 2020 – È stata presentata questa mattina alla Casa del Cinema dall’Associazione Nazionale Autori Cinematografici la scuola di scrittura per il cinema e l’audiovisivo intitolata al suo storico socio Leo Benvenuti e nata con il contributo di SIAE.

Lo sceneggiatore di tante commedie italiane tra le quali “Amici Miei” di Mario Monicelli e “Compagni di scuola” di Carlo Verdone, tra gli anni ’80 e ’90 tenne dei corsi di sceneggiatura nella sede dell’ANAC, corsi nei quali si sono formate nuove generazioni di autori, tra gli altri Nicola Guaglianone e Gabriele Mainetti, presenti all’inaugurazione insieme con Umberto Marino (direttore della scuola), Francesco Ranieri Martinotti (Presidente Scuola LB) e Roberto Benvenuti.

La Scuola di Sceneggiatura intende seguire le orme e l’impostazione di Leo Benvenuti che nella sede di via Principessa Clotilde impartiva lezioni gratuite con una forte matrice pratica ad una classe ristretta formata da studenti di diverse generazioni e di diversa provenienza regionale.

“In tal senso – ha dichiarato Umberto Marino alla Casa del Cinema, sede dei corsi – tra le 136 candidature pervenute abbiamo selezionato, anche dopo un colloquio diretto, 6 allieve e 6 allievi provenienti da Milano, Bologna, Reggio Emilia, Napoli, Cagliari… Abbiamo scelto innanzitutto sulla base dei testi ricevuti e non abbiamo posto alcun limite di età, infatti insieme a dei giovanissimi, poco più che ventenni, abbiamo selezionato anche due scrittori quarantenni”.

Nel comitato scientifico Giuliano Montaldo, Pupi Avati, Carlo Verdone, Nicola Guaglianone, Gabriele Mainetti, Salvatore De Mola, Tommaso Renzoni, Mariangela Barbanente. Condurranno anche alcune lectio magistralis che integreranno le lezioni settimanali.

Il programma è articolato in 300 ore di lezione e incontri: a giugno, grazie all’obbligo di frequenza di sette mesi, gli studenti sapranno ideare un soggetto e un trattamento, elaborare la presentazione di una serie e scrivere la sceneggiatura completa di un lungometraggio o di due episodi di serie tv.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here