Home Eventi Diaz al Guerre&Pace

Diaz al Guerre&Pace

CONDIVIDI

Diaz-dont-clean-up-this-blood-foto-set-007Al via a Nettuno (Roma) da lunedì 21, fino a domenica 27 luglio 2014 – a ingresso gratuito fino a esaurimento posti – presso il complesso di Forte Sangallo, la dodicesima edizione del Guerre & Pace FilmFest, vetrina unica per il cinema di genere bellico, organizzata dall’Associazione Seven, con la direzione artistica di Stefania Bianchi.

La serata di inaugurazione del festival, presentata dall’attrice Antonella Salvucci, si apre lunedì 21 luglio alle ore 21.00 con un omaggio ai 90 anni dell’Istituto Luce e a seguire la proiezione del lungometraggio “Il venditore di medicine” con Claudio Santamaria, Isabella Ferrari e Marco Travaglio, diretto da Antonio Morabito che sarà presente alla proiezione accompagnato dall’attrice del film Evita Ciri e dai produttori. Distribuito nelle sale da Cinecittà Luce.
Alla serata di inaugurazione saranno presenti il sindaco di Nettuno, Alessio Chiavetta, l’assessore alla Cultura di Nettuno, Eleonora Bocchini, il Presidente di Cinecittà Luce, Rodrigo Cipriani Foresio, e il Presidente del Comitato Atlantico Italiano, Fabrizio Luciolli.
Con l’inaugurazione del festival si inaugura anche la mostra “La luce della natura” del fotografo Massimo Margagnoni.

Quella di quest’anno, sarà un’edizione dedicata a Le guerre dei diritti e tra i lungometraggi presentati, due storie basate su fatti realmente accaduti, “Diaz – Don’t clean up this blood” di Daniele Vicari, incentrato sulla violenta irruzione della polizia nella Scuola Diaz di Genova durante il G8 del 2001, e “Philomena” di Stephen Frears, la storia di una madre che per tutta la vita cerca suo figlio. A raccontare un’altra “guerra” che sta avvenendo in Italia, il documentario di Filippo Soldi, rifiutato dalle televisioni italiane, “Suicidio Italia – Storie di estrema dignità”.

La sezione documentari, realizzata in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà sarà dedicata ai 100 anni della Grande Guerra. In cartellone: “La Grande Guerra” di Nicola Caracciolo, “Gloria – La Grande Guerra” di Roberto Omegna, “Explosive War – La montagna che esplode” di Marco Rosi, “Scemi di guerra – La follia nelle trincee” di Enrico Verra, “Il Milite Ignoto” di Leonardo Tiberi, “14-18 Amore e furore” del francese Jean-François Delassus.

Oltre al cinema, anche la sezione dedicata alla letteratura sarà declinata a Le guerre dei diritti, con presentazioni di libri e incontri con gli autori: Giuliana Sgrena (Rivoluzioni violate – Primavera laica, voto islamista / Il Saggiatore); Cecilia D’Elia (Nina e i diritti delle donne / disegni di Rachele Lo Piano / Sinnos Editrice); Guido Barella (Storia di Marius Oprea cacciatore dei criminali di regime / Edizioni San Paolo); Cècile Kyenge (Ho sognato una strada / Piemme).

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here