Home Eventi Al via in 18 comuni pugliesi “Italiani altrove”, rassegna di 5 film...

Al via in 18 comuni pugliesi “Italiani altrove”, rassegna di 5 film girati in Puglia

CONDIVIDI

LA-PRIMA-LUCE-RICCARDO-SCAMARCIO-DANIELA-RAMIREZ-37363

Al via da mercoledì 3 agosto “Italiani altrove”, la rassegna a cura di Apulia Film Commission che coinvolgerà 18 comuni pugliesi sparsi per tutta la regione, da Vieste fino a Specchia. La rassegna prevede cinque film di cinema contemporaneo, girati in Puglia, che raccontano, ricorrendo agli stilemi del genere piuttosto che alla dimensione realistica, il confronto/scontro di italiani che si ricollocano in contesti “altri”, per libera scelta umana o professionale, o perché costretti dalle circostanze della vita. Un’occasione per riflettere sulla nostra identità nazionale, in storie che raccontano della capacità e della voglia di confrontarci con l’altro da noi.

“La rassegna – commenta Chiara Coppola, rappresentante dei Comuni nel Consiglio d’Amministrazione di Apulia Film Commission – mette in rete i comuni soci per promuovere nei territori la cultura audiovisiva e valorizzare le opere girate in Puglia con il sostegno di Apulia Film Commission. Il cinema è un patrimonio di emozioni da condividere e che deve ritrovare nelle sale e nelle rassegne il luogo privilegiato di contatto con il pubblico”.

Ad inaugurare il ciclo di proiezioni saranno domani i comuni di Nardò e Vieste, seguiti poi da Cutrofiano, Gallipoli, Palmariggi, Maglie, Castellana Grotte, Castro, Vernole, Specchia, Galatone, Mesagne, Mola di Bari, Taviano, Polignano a Mare, Galatina, Campi Salentina, mentre l’ultimo comune sarà Otranto che inizierà il ciclo di proiezioni venerdì 14 ottobre. Tutte le proiezioni si terranno alla ore 21.00.

Il calendario completo delle proiezioni qui

_______________________________________________________________________

INFO SUI FILM

1) MARINA (2013) di Stijn Coninx
Con Matteo Simoni, Luigi Lo Cascio e Donatella Finocchiaro
Rocco è un ragazzo italiano immigrato in Belgio con la famiglia. Il suo sogno è farcela nel mondo della musica ma il padre l’ostacola, nel contesto complesso degli anni ’50.

2) BANAT. IL VIAGGIO (2015) di Edoardo Valerio
Con Edoardo Gabbriellini, Elena Radonicich e Piera Degli Esposti
Ivo è agronomo e la mancanza di opportunità lavorative in Italia lo spinge ad accettare un lavoro nel Banat, una fertile regione della Romania. Una riflessione sulla migrazione al contrario che è anche un film sull’importanza del riscatto sociale e sulla bellezza di una storia d’amore nata tra due anime diverse.

3) LA PRIMA LUCE (2015) di Vincenzo Marra
Con Riccardo Scamarcio, Daniela Ramirez e Gianni Pezzolla
Marco è un avvocato barese compagno della sudamericana Martina e padre di un bambino di sette anni, Mateo. Un giorno la donna riparte per il suo paese natale portandosi con sé il figlio e facendo perdere le proprie tracce. Una riflessione su quanto può essere straziante una separazione e su come l’amore di un padre per suo figlio possa superare ogni confine.

4) LA VITA FACILE (2011) di Lucio Pellegrini
Con Pierfrancesco Favino, Stefano Accorsi e Vittoria Puccini
Luca è un medico italiano che lavora in Kenya in un piccolo ospedale umanitario. Mario è uno stimato chirurgo di una clinica privata romana, che lo raggiunge con la scusa di volerlo rivedere dopo anni di distanza. Una commedia amara che parla del nostro paese e del suo presente.

5) IL SOLE DENTRO (2012) di Paolo Bianchini
Con Angela Finocchiaro, Giobbe Covatta e Francesco Salvi
Tratto dalla vera storia di Yaguine Koita e Fodé Tounkara, due adolescenti guineiani, il film racconta la storia di due lunghi viaggi che si intrecciano a distanza di tempo, lungo un percorso che unisce l’Europa all’Africa e viceversa.

_______________________________________________________________________

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here